CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

11.03.2018

I giovani vanno a scuola di politica «Bisogna evitare i compromessi»

I relatori Ciambetti e Variati sul palco con il direttore Ancetti.  CISCATOIl pubblico presente all’incontro al patronato Arena.  STELLA-CISCATO
I relatori Ciambetti e Variati sul palco con il direttore Ancetti. CISCATOIl pubblico presente all’incontro al patronato Arena. STELLA-CISCATO

“Cos'è la politica?”. Una domanda a cui si è cercato di dare risposta nel “Laboratorio socio-politico giovani 2018” ospitato ieri al patronato Arena di Sandrigo. Molti gli interrogativi posti dai 38 iscritti, tutti di età compresa tra i 18 e i 35 anni, durante l'iniziativa organizzata dall'ex sindaco di Monticello Conte Otto Michele Pasqualetto e da “Esperienza Antiochia”. Sul palco, come ospiti dell'appuntamento inaugurale, il sindaco del Comune di Vicenza e presidente della Provincia Achille Variati e il presidente del consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti, moderati dal direttore de Il Giornale di Vicenza Luca Ancetti. L'incontro ha preso il via con le riflessioni sul tema della giornata elaborate dai ragazzi: uno spunto per dare il la al confronto continuato per oltre un'ora nella massima correttezza, senza schermaglie post-elettorali. Condotti da Ancetti, i due ospiti hanno ripercorso il loro percorso politico tentando allo stesso tempo di tracciare una prima risposta al quesito chiave del pomeriggio. «Politica vuol dire occuparsi del bene comune, senza farsi guidare da interessi personali», ha spiegato Variati. «La mia esperienza mi ha insegnato che non ci si deva mai fidare di ciò che ti dicono gli altri se non si ha la capacità di ragionare e la possibilità di confrontarsi». «Mi sono avvicinato alla politica perché avevo voglia di migliorare la vita dei cittadini», ha poi aggiunto Ciambetti. «A spingerti sono la passione e l'ambizione, mentre il termometro sul tuo operato è il consenso. È giusto ricercarlo, ma in mondo equilibrato». Il dibattito è quindi virato su tematiche come il populismo, il compromesso e la mediazione. «Il compromesso è quando faccio qualcosa che va contro i miei principi», è stata l'interpretazione di Variati. «Bisogna sempre cercare la mediazione, mentre il compromesso è da intendersi come ultima spiaggia», ha ribattuto il presidente del consiglio regionale. «Le strutture ministeriali - ha detto Gianni Zen, dirigente scolastico del liceo Brocchi ed ex deputato - sono forti perché i politici sono deboli e non conoscono le materie. Lo stato siamo noi, non le burocrazie». • MA.BI. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1