Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 15 novembre 2018

Galà per 800 ospiti La festa del bacalà pronta a ripartire

Una passata edizione della Festa del “bacalà” di Sandrigo

Si fa presto a dire bacalà. Alla vicentina, mantecato, con gli gnocchi, il risotto, i bigoli al torchio. Tanti modi ma un solo denominatore comune, la “Festa del Bacalà”, in programma a Sandrigo dal 21 settembre al 1°ottobre. Ultimi preparativi in paese per la 31a edizione della kermesse gastronomica che anche quest'anno accoglierà decine di migliaia di visitatori, 45 mila quelli previsti, per uno degli appuntamenti del gusto più attesi nel panorama italiano. Nuova sede, nuovo sito web, nuove golose specialità a base di stoccafisso norvegese ma stessa voglia di sorprendere i commensali con una proposta che unisce tradizione culinaria e innovazione. Anche per la rassegna 2018 infatti, allestita non più in piazza Santi Filippo e Giacomo ma nell'area del campo da calcio parrocchiale di via Arena, le iniziative supportate dai produttori locali, dagli artigiani e dalle associazioni amiche della Pro Sandrigo, storica organizzatrice, non si contano più. La nuova e più spaziosa location ha reso possibile l'apertura di un'inedita “area relax” per il dopocena dove, assaggiate le portate a base di bacalà alla vicentina De.co, si potrà terminare con un caffè, con le degustazioni di Torcolato e con dolci, sorbetti e gelati artigianali. Dopo l'inaugurazione glamour per gli 800 ospiti del Gran Galà il 18 settembre, gli stand apriranno al pubblico da venerdì 21 a domenica 23 settembre e dal 27 settembre al 1°ottobre, con orario serale dalle 19 e, al sabato e alla domenica, anche a pranzo, dalle 11.30. Per due lunghi fine settimana le cucine sandricensi prepareranno dunque senza sosta pietanze a base di bacalà, dal classico con la polenta al “fish and chips” alle perle di stoccafisso. Tante anche le ricette al bacalà in edizione limitata, come gli gnocchi di zucca o patate venerdì 21 settembre, i bigoli “al torcio” fatti a mano sabato 22 e domenica 23, gli gnocchi con patate di Posina giovedì 27, la “Lofotenfisk Suppe” norvegese il 28, i gargati artigianali il 29 e 30 e il riso di Grumolo delle Abbadesse il 1°ottobre. Non mancheranno anche quest'anno i rappresentanti dell'Isola di Røst, che rinnoveranno il gemellaggio con Sandrigo inaugurato da Pietro Querini nel 1431. La delegazione norvegese prenderà parte come da tradizione alla pittoresca cerimonia d'investitura dei nuovi membri della Venerabile Confraternita del Bacalà, tenuti a battesimo dal priore Galliano Rosset domenica 30 settembre. Tra gli eventi collaterali si segnala domenica 23 settembre “Bacco&Baccalà”, banco d'assaggio di eccellenze (oltre 150 etichette di vini e un corner dedicato alle birre artigianali) che si svolge per il quarto anno a villa Mascotto. Per questa giornata e per il Gran Galà i biglietti sono acquistabili online al nuovo sito web www.festadelbaccala.com . • © RIPRODUZIONE RISERVATA