CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.08.2017

Rogo nella casa, 4 bimbi intossicati

Una trappola infernale, le grida d’aiuto tra il fumo denso. Il pianto dei bambini. Quattro, tra i quali una neonata di due mesi. Imprigionati, per lunghi interminabili minuti, con una donna, la mamma di due dei piccoli, in un terrazzo chiuso da inferriate tutt’intorno. Mentre le stanze della loro abitazione erano invase dalle fiamme. L’aria acre, irrespirabile, li ha intossicati. Una volta tratti in salvo, mamma e bimbi, tutti di origine nigeriana, sono stati trasportati dal 118 all’ospedale. Non sono in pericolo di vita.

Questa la scena che è apparsa ieri alle 16,30, tra il fumo nero che aveva avvolto la strada e le case, ai residenti di via Chiesa a Cavazzale di Monticello Conte Otto accorsi al civico 26; proprio accanto alla Christian Faith Ministery, un’organizzazione evangelica cristiana che ha la sua chiesa nella frazione. Una casa fortezza che un tempo ospitava una fabbrica di oreficeria ora andata in fiamme.

Un incendio sull’origine del quale sono in corso le indagini dei vigili del fuoco di Vicenza e dei carabinieri di Dueville. Fuoco che poteva avere un esito tragico se non fossero accorsi in fretta i vicini. I residenti della via che dopo aver lanciato l’allarme non si sono persi d’animo e con una scala ed un flessibile, presi da un cantiere, hanno raggiunto il terrazzo blindato dalle grate al primo piano, dove la mamma e i quattro bambini avevano trovato rifugio cercando una via di fuga dall’incendio divampato nella casa.

I vicini hanno portato coperte, teli bagnati per far coprire i piccoli e tamponare le vie aree. Ma nulla da fare. Impossibile farli uscire dalla trappola. Così i soccorritori hanno chiesto alla donna di lanciare la bimba di due mesi al piano di sotto, attraverso le inferriate. «L’ho presa al volo tra le braccia» racconta Gabriele Costa, uno tra i primi ad accorrere al civico 26. «Per gli altri bimbi e la mamma non abbiamo potuto fare nulla. Le inferriate erano inaccessibili».

Immediato l'arrivo in via Chiesa dei vigili del fuoco con tre mezzi e di due pattuglie dei carabinieri coordinate dal sottotenente Federico Seracini a capo della stazione di Dueville. Saliti con una scala al primo piano, i pompieri hanno tagliato le inferriate e portato in salvo la madre e i tre bambini rimasti con lei. «Una scena terribile» raccontano i residenti scesi in strada per avere notizie. Chiusa anche la via per consentire i soccorsi,

Sul posto il sindaco Claudio Benincà di Monticello. «Nella casa andata in fiamme vive il diacono della chiesa Christian Faith Ministery con la sua famiglia - racconta -. Oggi l’ufficio tecnico dichiarerà inagibile l’abitazione. Il calore ha fatto esplodere le pignatte del solaio». Al rientro dall’ospedale sarà ancora la generosità del paese ad aiutare la famiglia che sarà ospitata dalla parrocchia.

Luisa Dissegna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1