CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.08.2017

Dalle pizze un aiuto
al centro pakistano
in ricordo di Cristina

L’alpinista scomparsa nel 2009
L’alpinista scomparsa nel 2009

Successo per il giro pizza solidale a sostegno del progetto umanitario per la realizzazione del “Cristina Castagna climbing center” in Pakistan. Grazie anche all’impegno del bibliotecario di Quinto Vicentino Tarcisio Bellò e di Mirco Forte, i cento ospiti nella pizzeria improvvisata in sala parrocchiale hanno portato una boccata d’ossigeno alle casse. Sono stati raccolti 750 euro subito destinati al pagamento della manodopera pakistana e all’aggiunta di un nuovo tassello nella costruzione del centro: un apposito frantoio che servirà a ottenere ghiaia non disponibile nel posto e indispensabile alla preparazione del calcestruzzo.

Lo racconta con gratitudine Bellò, esperto scalatore e “anima” del progetto per la costruzione di un polo turistico nel villaggio di Ghotolti, nell’Hindukush, avviato nel 2013 dall’associazione di alpinisti italiani Montagne e solidarietà. «Si procede a piccole tappe unendo tutte le forze possibili – racconta Bellò- grazie all’impegno di tante persone, Mirko Forte e Stefano Mattiello di ArcugnanoMara Babolin di Vicenza e Franz Rota Nodari di Verona.

Ancora imprenditori, sponsor, collaboratori e professionisti del gruppo di progettazione come l’architetto Francesco Baggio, gli ingegneri Roberto Fosser e Denis Penzo, i tecnici Michele Baggio, Gaetano Bortolomiol, Giorgio Stocchiero».

La struttura mira alla promozione del villaggio di Ghotolti e si svilupperà su tre livelli, con l’obiettivo di fare da volano al turismo locale.

Raffaella Dal Sasso
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1