Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 16 novembre 2018

Agli Europei del robot le medie sono da podio

La squadra del comprensivo Don Bosco durante le premiazioni. G.AR.

La bandiera europea della robotica sventola a Monticello Conte Otto. L'istituto comprensivo Don Bosco si è infatti classificato terzo, con un team di ragazzi della scuola media, al Campionato europeo “Robocup” junior 2018 svoltosi dal 29 maggio al 1 giugno al palacongressi di Montesilvano, provincia di Pescara. A portare lustro all'istituto e al paese la squadra “123A Robot” composta da Stella, Gabriele, Riccardo, Gioele e Filippo che, guidati dagli insegnanti Matteo Grotto e Lucia Zamboni, erano anche gli unici italiani in gara nella specialità “Rescue Line Under 14”, oltre al gruppo “Materia Grigi4” di una scuola della Val Susa. Dopo aver ottenuto in un precedente campionato a Trento l'accesso alla competizione europea, gli studenti monticellesi si sono trovati così ad affrontare coetanei provenienti da Germania, Croazia, Russia, Malta, Slovenia, Austria, Portogallo e Turchia. Per tutti la sfida era riuscire a manovrare, su diversi percorsi, il proprio robot interamente progettato, costruito e programmato per simulare un'azione di salvataggio, come quelle eseguite dalle macchine professionali e impiegate in caso di terremoti e calamità. Dopo una serie di ostacoli e trabocchetti, il team ha conquistato il terzo posto alle spalle dei croati e dei tedeschi in una sfida entusiasmante tra cervelloni. Ai ragazzi, che oltre alle conoscenze tecniche e tecnologiche hanno potuto migliorare anche quelle linguistiche e comunicative, sono andati i complimenti della dirigente scolastica Simonetta Bertarelli. • © RIPRODUZIONE RISERVATA