CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

10.02.2018

Galvan è a caccia della riconferma «Priorità ai conti»

Il municipio di Bolzano vicentino. Corsa verso le amministrative
Il municipio di Bolzano vicentino. Corsa verso le amministrative

Andrea Frison Daniele Galvan si candiderà per un secondo mandato da sindaco di Bolzano Vicentino. La decisione è stata presa nei giorni scorsi, nel corso della riunione del gruppo “L’altra Bolzano per tutti”. «Sono disponibile a candidarmi per un secondo mandato e lo stesso faranno tutti i consiglieri della lista». I cittadini saranno chiamati alle urne il 26 e il 27 maggio. Prima di allora, però, Galvan afferma che «se si individuerà un candidato più rappresentativo, farò un passo indietro, deciderà il gruppo». Intanto, però, le parole del 50enne che prima di venire eletto ha passato dieci anni all’opposizione, sono quelle di un candidato sindaco in pectore. «La priorità dei prossimi cinque anni continuerà ad essere il risanamento del bilancio – spiega Galvan -. Finalmente cominciamo a vedere un po’ di luce in fondo al tunnel, che ci darà la possibilità di investire in opere pubbliche». Un programma, in questo senso, ancora non esiste, ma Galvan qualche idea da mettere su piatto ce l’ha. «Ci sono delle priorità non più rinviabili, anche se il programma è ancora da precisare – spiega il sindaco -. Tra queste, la pista ciclabile tra Lisiera e Ospedaletto. Se ne parla da anni, senza nessun passo concreto, ora, invece il progetto c’è». Si tratta di un progetto definitivo, realizzato in collaborazione con il Comune di Quinto tre anni fa e che è stato presentato in Regione per ottenere finanziamenti, non rientrando, però, in graduatoria per la distribuzione dei fondi. «Il progetto ci permetterà di collegare anche Lisiera e Quinto», aggiunge Galvan. Un’altra opera pubblica che potrebbe vedersi concretizzare nei prossimi cinque anni è il ponte sulla roggia Tribolo. «In questo caso le risorse verrebbero recuperate da un accordo di perequazione con un privato – spiega Galvan -. Il ponte creerà un collegamento con il campo da calcio, che con l’occasione verrà rimesso a nuovo. Anche l’illuminazione pubblica comunale richiede un ammodernamento». Un punto che sicuramente in campagna elettorale sarà uno dei più dibattuti è quello della difformità edilizia riscontrata nell’ampliamento dell’edificio che ospita l’attività commerciale di cui il sindaco è rappresentante legale, e della stazione termica abusiva realizzata in area vincolata. «Nel primo caso le difformità sono state ripristinate», spiega il sindaco. La centrale termica, invece, avrebbe dovuto essere rimossa in dicembre. «L’ordinanza è stata sospesa, perché la sposterò nell’area di pertinenza dell’edificio – spiega il sindaco -. Sono in atesa del parere della soprintendenza ai beni ambientali». Di carattere più politico, è il nodo delle alleanze. Cinque anni fa la Lega Nord aveva sostenuto la lista di Galvan e all’inizio della scorsa estate l’assessore leghista ai lavori pubblici Gianluigi Feltrin e il consigliere Andrea De Boni hanno costituito in consiglio comunale il gruppo della Lega Nord. «Al momento non abbiamo ancora preso decisioni – dichiara Feltrin -. Per ora non garantiamo il sostegno a nessuno. Valuteremo come sezione, ora è presto per fare valutazioni ma certamente prenderemo una posizione netta» • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Andrea Frison
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1