CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.08.2017

Carpooling e pedibus
rottamano il pulmino

Un gruppo di bambini arriva a scuola con il pedibus
Un gruppo di bambini arriva a scuola con il pedibus

Anche Grisignano di Zocco dice addio al pulmino scolastico. A sostituire il classico servizio di trasporto, a partire dal prossimo anno scolastico (le lezioni inizieranno tra pochi giorni), il carpooling, o auto di gruppo e il pedibus. Una scelta presa dall’Amministrazione comunale dopo mesi di incontri con rappresentanti, professori e genitori, non prima però di aver visionato le risposte positive ottenute dall’indagine svolta da Agenda 21, l’agenzia incaricata di gestire il servizio. «Ci sono tre o quattro casi difficili e stiamo valutando delle proposte alternative per loro - commenta Renzo Lotto, sindaco di Grisignano -, la risposta data dai genitori è però stata positiva, per questo abbiamo optato per questa soluzione». Una decisione presa recentemente anche da altri paesi nel vicentino, come ad esempio Camisano, dovuta soprattutto all’onere del normale servizio di trasporto scolastico. «Il pulmino costava quasi 60 mila euro l’anno e le famiglie ne versavano meno di 10 mila. Per noi era diventata una spesa insostenibile». I soldi risparmiati verranno reinvestiti sempre nell’ambito scolastico. «Non aumenteremo il costo della mensa nonostante alcuni rincari - continua Lotto -, inoltre compreremo libri di testo e buoni per l’acquisto di cancelleria. Crediamo molto in questo progetto, anche perché punta a valorizzare la mobilità sostenibile tra i giovani».

Parole, confermate da Cristina Ruzzante, assessore con delega alla pubblica istruzione. «Il denaro risparmiato verrà restituito alla comunità scolastica - spiega -, così da sgravare le famiglie dall’acquisto di libri o di materiale di cancelleria». Circa una sessantina gli alunni coinvolti nel carpooling, i cui equipaggi sono ancora in corso di formazione, mentre quelli che utilizzeranno il pedibus saranno 36. «Per il pedibus ci sarà un punto di raccolta di fronte alla biblioteca civica di Grisignano - conclude Ruzzante -. Valuteremo poi se farne un altro, magari vicino a via Alcide de Gasperi, che è un punto del paese pericoloso per l’attraversamento dei bambini. Eventuali modifiche o altri accorgimenti, verranno comunque prese durante l’anno scolastico». M.M.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1