CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

05.02.2018

Funziona la sfilata di domenica «Un Carnevale per le famiglie»

Tante famiglie in piazza per la sfilata di carri allegorici.  GONELLA
Tante famiglie in piazza per la sfilata di carri allegorici. GONELLA

Valentina Gonella Per la prima volta di domenica, il Carnevale di Arzignano, organizzato da Amministrazione comunale e Pro Loco, consegna il Palio al carro “La carica dei 101” della scuola materna di Castello di Arzignano. E la festa prende vita. In via Kennedy, verso le 14, arrivano i 4 carri allegorici, variopinti, pronti a sfilare tra la folla festosa mascherata e non. La scuola dell’infanzia Ines Bonazzi è rappresentata dal carro ispirato alla proposta formativa annuale “Viaggio… nel magico mondo di Alice nel Paese delle meraviglie”. L’intento è infondere coraggio affrontare le sfide, per seguire i propri sogni, per credere nelle favole e in sé stessi. Cappellaio Matto, Regina di Cuori, Brucaliffo ricordano ai bimbi, per oggi vestiti da fiori e carte da gioco, che solo quando il cuore sorride si scopre il Paese delle meraviglie. Il secondo carro in sfilata è Hocus&Lotus della scuola Amarillide di San Bortolo. Vincitore del Premio Colombina come carro più originale, preparato in tempi strettissimi, stupisce per l’allegra folla arancione di personaggi preistorici di tutte le età. Promuove il Progetto Lingua Inglese per stimolare l’interesse della lingua straniera nei più piccoli. La scuola Girotondo di Costo di Arzignano, si affida al cartone animato Disney Oceania per manifestare il senso di accoglienza sulla propria isola e il superamento dei pregiudizi nei confronti di chi è considerato diverso. Vince il Palio di carnevale il quarto carro: “La carica dei 101” della scuola S.Maria e S.Elisabetta di Castello di Arzignano. Una gigantesca Crudelia De Mon troneggia minacciosa sul mezzo, fumando l’immancabile sigaretta, credendo di poter trasformare tutti i cuccioli in nuove pregiate pellicce. Il gruppo di cagnolini dalmata, impegnato in coinvolgenti balli di gruppo, non si lascerà catturare: i bimbi sono più veloci e furbi della megera bicolore. «È stata la prima volta di domenica -dice il sindaco Gentilin-. È stata una scelta dovuta alle richieste dei genitori che altrimenti avrebbero dovuto chiedere permessi alle aziende. Vogliamo ripartire dal Carnevale fatto per le famiglie e per i bambini». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Valentina Gonella
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1