Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
venerdì, 21 settembre 2018

Tamponato, salva dal rogo il motociclista

L’auto e la moto inghiottite dalle fiamme subito dopo il tamponamento al semaforo. CHRISTIAN ZOCCHETTAL’asfalto annerito dopo il rogo che ha distrutto i mezzi. FOTO STELLA

Ancora fiamme sulle strade. Dopo la devastante esplosione di lunedì scorso sul raccordo autostradale di Bologna, un incendio si è verificato ieri a Dueville lungo la Marosticana. Sono stati attimi di apprensione quelli vissuti attorno alle 8.20, da un automobilista e un motociclista in seguito al tamponamento di una Mercedes da parte del conducente dell’Aprilia proprio all’altezza del serbatoio di benzina. Pochi secondi ed è divampato il fuoco che non ha dato scampo ai due mezzi. Momenti tragici che non hanno impedito all’automobilista di compiere un gesto importante. Federico Vettorato, 47 anni, della provincia di Padova, non si è fatto impaurire dal fuoco e ha trovato il coraggio di spostare lo scooterista, D.M., 58 anni di Breganze, caduto rovinosamente a terra e rimasto ferito, in una zona sicura lontano dai due veicoli. D.M. ha ricevuto poi le prime cure dai sanitari del 118 Suem ed è stato trasportato in ambulanza in codice giallo al pronto soccorso dell’ospedale San Bortolo. L’INCIDENTE. Il sinistro si è verificato a Povolaro all’intersezione semaforica tra le vie Marosticana e Div. Julia. Lo scooterista stava percorrendo via Marosticana diretto verso Vicenza quando, in prossimità dell’intersezione regolata da semaforo, per cause in corso di accertamento, non si è accorto che Vettorato, a bordo della sua Mercedes, si era fermato in corrispondenza della linea di arresto. Il centauro ha tentato di rallentare la sua corsa, ma il motociclo ha perso stabilità e il controllo del mezzo ed è caduto di lato scivolando sull’asfalto e andando a infilarsi sotto l’angolo posteriore sinistro dell’auto, dove si trova il serbatoio della benzina. Immediatamente il conducente dell’autovettura, rimasto completamente illeso, sentito il colpo e accortosi di un principio di incendio, si è liberato dalla cintura di sicurezza ed è uscito dall’auto per soccorrere lo scooterista. Con prontezza di spirito e sangue freddo è riuscito a trascinare di peso via dalle fiamme il motociclista che, nella rovinosa caduta a terra, ha riportato una serie di fratture quindi non sarebbe mai riuscito a spostarsi da solo. I due uomini si sono messi in sicurezza a lato della strada appena in tempo per vedere, con occhi impietriti, divampare un furioso incendio che ha completamente distrutto entrambi i veicoli. Dei due mezzi non è rimasto nulla. RILIEVI E VIABILITÀ. Sono intervenute due pattuglie del Consorzio di polizia locale Nordest Vicentino che hanno circoscritto l’area in attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco di Vicenza con un’autopompa. I pompieri hanno provveduto a spegnere l’incendio, impedendo il propagarsi delle fiamme nell’area circostante. In aiuto sono arrivati anche una pattuglia della Polstrada di Vicenza e una dei carabinieri di Thiene. Gli uomini dell’Arma assieme alla polizia locale si sono occupati della viabilità che è stata chiusa per circa due ore con una deviazione del traffico. Il motociclista, soccorso da un’ambulanza del Suem 118 è stato trasportato in codice giallo al San Bortolo Vicenza. È rimasto tutto il giorno in osservazione avendo riportato una serie di fratture. • © RIPRODUZIONE RISERVATA