CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.09.2018

In seicento sotto l’acqua per ricordare Alberto

In seicento si sono presentati alla partenza dell’Alberto  Race
In seicento si sono presentati alla partenza dell’Alberto Race

Il nubifragio di venerdì sera non ha ostacolato la solidarietà: la sesta edizione dell'Alberto Race ha permesso di raccogliere oltre 7 mila euro che ora verranno destinati alla Fondazione Città della Speranza e all'Ail di Padova. Sono state 600 le persone che, nonostante il maltempo, sono partite dal parco Baden Powell di Dueville per affrontare la manifestazione podistica. «Abbiamo distribuito tutti e 600 i pettorali preparati: la partecipazione è stata la stessa prevista in caso di buone condizioni meteorologiche. Perciò mi sento assolutamente soddisfatto», spiega il consigliere comunale Edoardo Gasparotto, organizzatore dell'evento dedicato al figlio Alberto, bimbo scomparso nel 2006 a causa della leucemia. «Nonostante la forte pioggia hanno marciato per combattere le malattie oncologiche nei bambini: prima 120 bimbi alle 18.30 e poi gli adulti alle 19.30, tutti hanno affrontato il maltempo per questa causa». Gli atleti, partendo dall'area verde del centro duevillese, hanno corso verso via Sant'Anna e via Barcon per poi rientrare verso la piazza percorrendo le zone di via Corvo, via Europa, viale dello Sport e via Arnaldi. I più veloci a percorrere l'anello sono stati Matteo Cattelan, Michael Gualtiero e Riccardo Valente, mentre il podio femminile vede Elena Polato, seguita da Greta Pizzolato ed Enrica Broccardo. «La cifra raccolta durante questa sesta edizione è la più alta di sempre», conclude Gasparotto. «Ringrazio l'amministrazione comunale e i cento volontari di protezione civile, pro loco, Corri con Noi, gruppo Rds Dueville e scout presenti lungo il tragitto». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

M.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1