CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

08.11.2017

Cantieri sincronizzati
e il Comune risparmia

Il Comune pensa ad una politica del risparmio sui cantieri. ARCHIVIO
Il Comune pensa ad una politica del risparmio sui cantieri. ARCHIVIO

Asfaltare le strade risparmiando. Una politica che l’amministrazione di Longare sta portando avanti da tempo “inserendosi” nei cantieri dei gestori di servizi, come gas, acquedotto, fognatura e telefonia.

«Quando aprono cantieri che riguardano solo una parte di strada – spiega il sindaco Gaetano Fontana – noi ne approfittiamo completando l’intervento su tutta la carreggiata. Così, se i gestori sono chiamati a ripristinare solo la striscia di asfalto su cui hanno lavorato per posare o riparare linee di sottoservizi, noi completiamo l’opera occupandoci anche di quella parte non interessata dai lavori. Il tutto si traduce in minori spese per le casse comunali. Solo lo spostamento dei macchinari rappresenta una spesa consistente, trovarli già sul posto porta ad economie. Certo, a volte bisogna pazientare e allinearsi ai tempi di programmazione dei vari gestori ma il risparmio che si ottiene è considerevole».

Con questo metodo è già stato rimesso a nuovo il manto, in contemporanea alla posa dei cavi per la fibra ottica, di un tratto di via Europa e di via San Gaetano fino al cimitero nella frazione di Costozza, ora in via di completamento con la segnaletica orizzontale. E nei prossimi giorni, con l’apertura di cantieri da parte dei gestori di gas e acquedotto, sarà riasfaltata per intero via Ghizzole.

«Niente asfalto ma posa di ciottolato – prosegue il sindaco – in via Vittorio Veneto, dove sarà completata la parte bassa in occasione dei lavori di rifacimento della rete delle acque bianche da parte di Acque Vicentine».

I quattro interventi comportano una spesa di circa cento mila euro per le casse comunali.

«Vorremmo anche mettere mano – conclude Fontana – a via San Rocco. Stiamo cercando tra le pieghe del bilancio i soldi per sistemare questa strada».

Tornando a via Ghizzole, c’è bisogno di ripulire il fossato per il deflusso delle acque. L’amministrazione comunale ha già preso contatto con il consorzio di bonifica Brenta, assieme al quale ha già incontrato i residenti ed i proprietari dei fondi che confinano con il fossato. G.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1