CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

23.05.2018

Uccise la moglie
Per il giudice
era sano di mente

Mirko Righetto e la vittima, Nidia Lucia Loza Rodriguez
Mirko Righetto e la vittima, Nidia Lucia Loza Rodriguez

CAMISANO.  Mirko Righetto era in grado di intendere e volere quando uccise la moglie Nidia Lucia Loza Rodriguez. Lo ha stabilito la perizia psichiatrica sull’imputato effettuata dal professor Mauro Mauri di Pisa, incaricato dal giudice Barbara Maria Trenti. L’imprenditore di 48 anni sarà dunque chiamato a rispondere dell’omicidio avvenuto la sera del 12 aprile di un anno fa nella villetta in via degli Alpini a Camisano. Il processo, celebrato con rito abbreviato, si terrà il 12 giugno.
 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1