CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.12.2017

Rifiuti, stretta sul secco Chi supera i limiti paga

Un mezzo di Soraris per la raccolta dei rifiuti
Un mezzo di Soraris per la raccolta dei rifiuti

Resta praticamente invariato il piano finanziario 2018 relativo al servizio di gestione dei rifiuti urbani di Camisano, ma diminuiscono gli svuotamenti minimi per il bidone del secco. Questo il quadro emerso nell’ultimo Consiglio comunale, relativo alla gestione rifiuti. Numeri e percentuali sono stati illustrati, a nome della Soraris Spa, da Andrea Treu: «Quest’anno c’è stata una riduzione del trattamento del verde. Negli anni scorsi era un elemento piuttosto impattante sulla tariffa del Comune, ora però è in diminuzione. Il costo complessivo della gestione dei rifiuti è di 943 mila euro, di poco inferiore a quella del piano finanziario del 2017, di 944 mila». Tra le voci di spesa, in diminuzione quella dei costi di spazzamento, dai 45 mila euro del 2017 ai 42 mila e 500 del 2018. Pressoché analogo all’anno scorso il costo di raccolta e trasporto del rifiuto urbano, di 85 mila e 500 euro. La principale novità, riguarda il numero di svuotamenti minimi per le utenze domestiche: «Siamo partiti da un numero piuttosto alto di svuotamenti - continua Treu -, poi nel corso degli anni abbiamo cercato di ridurlo». I numeri fissati per il 2018, sono di quattro svuotamenti per i nuclei famigliari composti da una persona, sei per le coppie, otto per i nuclei di tre persone, dieci per quelli da quattro, dodici per i nuclei composti da cinque persone e 14 da sei persone in su. Ogni svuotamento superiore al numero consentito, corrisponderà ad un aumento di 3.60 euro in bolletta. «Gli svuotamenti minimi passeranno dai 53 mila dell’anno scorso, a 35 mila - chiarisce Treu -. È un’operazione che andava fatta, perché renderà più equa la tariffa. Con questo nuovo calcolo, oltre ad avvicinarci agli standard di Soraris, ci sarà anche una riduzione complessiva della tariffa delle utenze domestiche, che è mediamente dell’1% rispetto all’anno scorso». Il piano finanziario e le tariffe sulla Tari (Tassa rifiuti), sono stati approvati con il voto favorevole dei consiglieri di maggioranza. Astenuti, invece, in consiglieri di minoranza. • M.M. © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1