CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

03.12.2017

Raid di furti, spariscono oro e gioielli

Il foro praticato nella finestra dai ladri per entrare. FOTO MARINI
Il foro praticato nella finestra dai ladri per entrare. FOTO MARINI

Marco Marini Il modus operandi è sempre quello: prima aspettano che non ci sia nessuno in casa, poi entrano nell’abitazione praticando un foro nello stipite delle porte. Infine, mettono a soqquadro tutte le stanze in cerca di oro e gioielli. Lo stesso copione è andato in scena durante la giornata di venerdì scorso quando, nelle due strade laterali di via Bachelet, a Santa Maria di Camisano, una banda di ladri ha messo in atto un autentico raid di furti in alcuni appartamenti della zona. Una piaga, quella delle incursioni nelle abitazioni, che si ripete di anno in anno, soprattutto durante il periodo precedente alle festività natalizie. «Quando sono tornata a casa venerdì sera, ho trovato tutto sottosopra - spiega Ilenia Serafini, residente assieme al compagno in via Ruffilli -. I ladri sono entrati da una porta finestra, hanno fatto scattare la serratura facendo un buco nello stipite. Hanno portato via qualche anello d’argento e un braccialetto». Difficile dire quando sia effettivamente avvenuta l’effrazione, anche se i residenti sospettano che ad agire, sia stata una banda di ladri “mattutini”. «I vicini hanno detto di aver sentito una gran botta quella mattina alle 10.30. I ladri sono entrati dal terrazzo e per arrampicarsi hanno usato come appoggio una struttura in ferro che si è sfondata con il peso della persona che ci è salita sopra. Forse il rumore che i vicini hanno sentito era quello. Noi lavoriamo e durante il giorno non siamo a casa, quindi non possiamo saperlo». Modalità simili, se non uguali (un altro foro praticato nello stipite di una portafinestra), ma bottino decisamente più ingente, nella vicina via Tarantelli. «Hanno rovistato ovunque - commenta sconsolata Daniela Lamore, residente di uno degli appartamenti presi di mira durante la giornata di venerdì -. Sono rientrata verso le 20 e ho trovato i cassetti tutti aperti e svuotati, gli armadi spalancati e i vestiti gettati alla rinfusa. Mi hanno rubato tutti i gioielli in oro che avevo. Il valore totale? Devo ancora quantificarlo, ma c’erano degli orecchini che da soli costavano mille euro. Mi hanno portato via persino il televisore, che era parecchio ingombrante. Mi sembra impossibile che nessuno abbia visto o sentito niente, eppure...». La rabbia, comprensibilmente, non manca. «È una bruttissima sensazione. Ci si sente violati, quasi violentati. E c’è sempre da sperare di non trovarseli di fronte». Stesso copione in un altro appartamento, situato sempre in via Tarantelli, oggetto delle attenzioni dei ladri sempre durante la giornata di venerdì. «Sono entrati dal terrazzo, arrampicandosi e utilizzando come appoggio il terrazzo dell’appartamento sottostante - racconta la giovane residente -, ci sono ancora le impronte di fango sul muro». Per entrare nell’abitazione, i malviventi hanno nuovamente usato la tecnica del buco sullo stipite della portafinestra. «Hanno aperto i cassetti e gli armadi, mi hanno rubato quel poco di oro che avevo. Mi dispiace perché erano soprattutto ricordi». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1