Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 15 novembre 2018

Tra poesie e sfilate la miss Mamma più bella d’Italia

Elizabeth Ruiz, 47 anni, è diventata miss mamma Italia. Nella foto con i figli Manuel e Alberto . CISCATO

Matteo Guarda Elisabeth Ruiz di Caldogno è la nuova Miss Mamma Italiana Gold. A 47 anni, ha vinto la corona di reginetta nazionale che desiderava da una vita e che è arrivata nella serata di domenica 26 agosto alle passerelle di Visso, in provincia di Macerata. Italo-americana di origini domenicane, a Vicenza da trent’anni, è arrivata per amore. Un passato nel mondo dello spettacolo, oggi è ottico optometrista ed è mamma di Marianna, Manuel e Alberto, rispettivamente di 23, 21 e 17 anni a cui dedica tutto il tempo che gli rimane dopo gli impegni di lavoro. «Sono una mamma normalissima che anche con i figli grandi con una certa autonomia, non può fare a meno di chiamarli al cellulare cento volte al giorno dando loro tutto l’aiuto e il supporto che posso, anche a distanza». Nulla di diverso quindi rispetto a qualsiasi altra mamma, a parte qualche sfilata in più che l’ha resa famosa in tutta Italia. Vincendo al concorso nazionale sente di aver coronato un sogno? Sfilare mi ha sempre emozionato, specie ai concorsi, e con questo risultato ho la possibilità di dire che anch’io ce l’ho fatta. Essendo mamma, e avendo quindi già vinto nella vita, ho vissuto questa esperienza molto più alla leggera, come un gioco, anche se nell’aria c’era un che di competizione: perché il desiderio è sempre quello di vincere. Non mi ero mai data per vinta nemmeno due anni fa, quando ho di nuovo cominciato a sfilare arrivando al secondo posto nazionale. Ora sono felice e sto ricevendo migliaia di messaggi di complimenti, anche da Oltreoceano, con il telefono che scoppia, per non parlare dei social. Non mi aspettavo un così grande affetto, ma i più contenti di tutti sono i miei figli, per i quali, quando ero più giovane, ho interrotto un inizio di carriera in televisione e in teatro. Era molto più importante stare con loro e vederli crescere. Sua figlia più grande, Marianna, ha calcato le passerelle dei concorsi più importanti ed è diventata un’affermata modella internazionale. Com’è il vostro rapporto? E’ stata lei a darmi i consigli più preziosi per riuscire a portare a casa questo risultato di cui sono fiera. Mi ha sostenuto tantissimo, ed è venuta a vedermi per rendersi conto meglio per darmi i suoi suggerimenti. I ruolo si sono praticamente invertiti. Soltanto fino a qualche anno fa ero io quella che portava lei ai concorsi e che le dava qualche piccola dritta, visto che quando ero a Santo Domingo ho fatto a tempo a vincere qualche fascia. Com’è la Mamma Italiana fuori dalle passerelle? Quando sto insieme al mio compagno e ai miei ragazzi adoro che mi raccontino dei loro sogni e delle loro aspirazioni e che mi chiedano com’era a Santo Domingo con la mia famiglia di origine. Quando lo fanno mi piace molto raccontare e loro quasi non credono quando dico come stavano le cose. Mi piace anche leggere poesie e impararle a memoria, soprattutto quelle che trasmettono amore e che parlano di sentimento. Apprezzo molto gli autori latino-americani ed Emily Dickinson ma anche Alda Merini. A Miss Mamma come prova di abilità ho scelto di recitarne un paio:“ Chi lentamente muore” di Neruda e “Non innamorarti” di Garrido. • © RIPRODUZIONE RISERVATA