CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

20.10.2018

Tommy è campione di trial a 9 anni

Un’acrobazia con la moto del piccolo campione solagnese
Un’acrobazia con la moto del piccolo campione solagnese

Francesca Cavedagna A Solagna c’è un ragazzino che sfreccia e salta sulla sua moto da trial come fosse un camoscio. Si chiama Tommy Stefani ed è il primo sportivo ad aver conquistato il titolo di campione triveneto a soli 9 anni. Il bimbo prodigio ha iniziato a manifestare un’accesa predilezione per le speciali moto sportive già a tre anni, tanto che papà Morris e mamma Marilisa hanno deciso di accontentarlo: prima dei quattro anni Tommy sfrecciava già nel giardino di casa in sella a una moto elettrica, e pochi anni dopo è arrivata la sua Beta 50 fiammante, con la quale ha conquistato il titolo di campione. Ma giocare a calcio come tutti gli altri bimbi, no? «Macché - spiega fiero il padre -. Mio figlio il pallone non l’ha mai considerato. D’altra parte qui da noi è ripido e giocare a calcio può risultare parecchio scomodo». Il bimbo ha mostrato sin da subito un talento davvero fuori dal comune, tanto che i genitori gli hanno addirittura costruito un circuito di prova in giardino. «Mi aspetta trepidante tutte le sere per allenarsi - spiega Morris -, qualche volta mi “scappa” pure nei boschi dietro casa. Noi lo sgridiamo ma non riusciamo mai ad arrabbiarci davvero, va pure benissimo a scuola, come si fa a non essere orgogliosi di lui?». A scuola Tommy ci vorrebbe andare in moto, ma per quello dovrà aspettare ancora qualche anno. Dalla sua due ruote non si separa mai. Domenica scorsa è stato incoronato campione del Triveneto nella categoria trial junior D, campionato nel quale ha vinto 6 gare su 7. L’anno scorso si era classificato secondo, ma siccome doveva ancora compiere 8 anni, età minima prevista per competere, non è potuto salire sul podio. Tommy è sostenuto appieno dalla sua famiglia, tanto che le prime tifose del suo fan club sono mamma Marilisa e le nonne: non si perdono una gara. Il campioncino fa parte della scuderia del Motoclub trial Valchiampo ed è allenato da Moreno Piazza, organizzatore del campionato mondiale di questa specialità sportiva. Nonostante la giovane età, ha già le idee chiarissime. «Da grande vuole fare il poliziotto - spiega divertito papà Morris - per entrare nel gruppo sportivo della Fiamme Oro. A smettere di correre non ci pensa proprio». L’anno prossimo cambierà categoria, e dovrà vedersela con piloti molto più grandi di lui. Questo fatto non lo preoccupa per niente. «Ha già gareggiato con loro, qualche volta li ha pure battuti, ma solo perché la sua moto è più piccola, quindi più agile su certi percorsi - spiega Morris -. Adesso dobbiamo comprargli quella più grande». Tommy sa che oggi la sua storia sarà sul giornale, e per dimostrare quanto è felice ha registrato un messaggio vocale con inciso il «grazie» più rombante di sempre. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1