Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
martedì, 13 novembre 2018

Sigilli all'albergo
senza permessi
Latitante in cella

L'albergo Forcelletto sequestrato a Cismon del Grappa

CISMON. L'arresto di un ricercato e il sequestro di una albergo avvenuti in seguito ad un'operazione effettuata oggi a Cismon del Grappa, in Valbrenta, da parte dei carabinieri della stazione di Solagna, in collaborazione con i colleghi del Nas di Padova, della stazione dei carabinieri forestali di Carpanè e dei tecnici dell’Ufficio igiene dell’Ulss 7 Pedemontana di Bassano.

Nel corso di un accertamento all'albergo "Forcelletto" di Cismon, gestito da R. C., 61enne residente a Pederobba (TV), è stato rintracciato il ricercato Gian Paolo Schiavon, 56 anni, residente a Quinto di Treviso, destinatario di un mandato di cattura emesso dalla procura di Treviso. L'uomo deve scontare la pena di un anno in seguito ad una truffa compiuta nel mese di giugno 2008  Quinto.

È al vaglio dei carabinieri anche la posizione giuridica del gestore per l’ipotesi di favoreggiamento personale, qualora il 61enne abbia in qualche modo agevolato la latitanza di Schiavon.

 

Relativamente al controllo amministrativo, l’albergo "Forcelletto", viste le gravi violazioni riscontrate, è stato sottoposto a sequestro amministrativo, essendo privo di autorizzazioni allo svolgimento dell’attività e sanzionato per evidenti carenze igienico-sanitarie.

 

Gian Paolo Schiavon è ora rinchiuso nella casa circondariale di Vicenza, mentre l’albergo è stato chiuso.