CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.06.2018

Si alza e trova
un ladro in casa
«Quarto furto»

Il foro nell’infisso dell’abitazione povese, classico stratagemma  per aprire dall’esterno il serramento
Il foro nell’infisso dell’abitazione povese, classico stratagemma per aprire dall’esterno il serramento

POVE. «È la quarta volta che subiamo un furto in casa ma questa è stata decisamente la peggiore. Se mio figlio non avesse fatto scappare il ladro non so cosa sarebbe successo, se penso che lo abbiamo avuto a pochi metri mi vengono ancora i brividi». Sono le 16 di ieri quando Monia Frison, 49 anni, ex edicolante di Pove, residente insieme al marito e ai due figli in una villetta di via Piave, riesce a raccontare della terribile esperienza vissuta la notte precedente. I coniugi stavano dormendo al piano di sopra, il figlio era in camera sua a guardare la tv. Entrambi avevano le porte chiuse. Erano circa le 2 quando al ragazzo è parso di sentire dei rumori provenire dall’ingresso e si è alzato per andare a controllare. «Ha aperto la porta di camera sua e ha visto il ladro che stava entrando nella nostra - racconta la signora povese, ancora terrorizzata -. Io e mio marito ci siamo svegliati di soprassalto per le grida di nostro figlio. Urlava: “Un uomo! Un uomo!”.  Il malvivente è fuggito al piano di sotto, poi è corso via attraverso il giardino. Abbiamo subito avvisato i carabinieri ma ormai era troppo tardi, del ladro non c’era più traccia».  «Giovedì saremmo dovuti partire per un piccolo viaggio in moto - racconta Monia -, per questo avevo prelevato qualche centinaio di euro, che avevo lasciato dentro la borsa, in una busta chiusa. Il ladro ovviamente li ha trovati subito».  «Tutte le volte penso che alla fine ci è andata bene - conclude l’ex edicolante - È la quarta volta che subiamo un furto in casa, alla fine quello che resta è tanta tristezza e un forte senso di impotenza». 

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1