CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

18.10.2017

«Sì almeno ai cibi confezionati»

Elisabetta BoscardinEnrico Bissaro
Elisabetta BoscardinEnrico Bissaro

«Capiamo l’esigenza di aumentare la sicurezza e le ragioni della scuola, però pensiamo che una piccola eccezione, almeno per le torte o i biscotti confezionati, si potrebbe fare».

È la posizione quasi univoca di molti genitori degli alunni iscritti alle scuole elementari di Pove, tra i nove plessi dell’istituto comprensivo Bombieri dove dal 13 ottobre è in vigore il nuovo regolamento che vieta di introdurre a scuola alimenti, anche confezionati, da condividere con i compagni in occasione di particolari festeggiamenti, come i compleanni.

«Prima o poi doveva capitare - commenta il portavoce dei genitori, Enrico Bissaro -: le regole sono sempre più stringenti e anche gli istituti si devono tutelare. È chiaro che i nostri figli in questo modo perderanno un’importante occasione per socializzare: cercheremo di recuperare con iniziative esterne alla scuola». «Da un lato hanno anche ragione - spiega Elisabetta Boscardin -, ma non credo che un pacchetto di biscotti possa creare pericoli. Il problema è che ai bimbi dispiacerà non poter essere festeggiati dai compagni di classe. Capisco la posizione della dirigenza, ma sarebbe bello poterne parlare insieme per trovare una soluzione che accontenti tutti». «Mi sembra un po’ esagerato - commenta Daniela Sartori -: se si possono portare caramelle e cioccolatini confezionati, allora non vedo perché non si possano portare anche le torte confezionate. Ogni azienda produttrice specifica tutti gli ingredienti contenuti e i rischi per le allergie, le maestre sono sempre state attente a queste cose. Per le torte fatte in casa capisco sia necessaria attenzione e quindi anche il divieto, per tutto il resto sinceramente non molto». «È giusto tutelare i bimbi - conclude infine Maddalena Viola -: se la dirigenza ha applicato questa nuova regola, avrà le sue ragioni».F.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1