CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

24.12.2017

Presi i clonatori della carta carburante

Una pattuglia della Polizia stradale di Bassano
Una pattuglia della Polizia stradale di Bassano

Un romeno e la moglie clonano una carta di credito e rubano 900 litri di gasolio dal distributore Vallotto, di Pove. Pensavano di averla fatta franca, invece il rapido intervento degli agenti della Polizia stradale di Bassano, guidati dal vice commissario Carlo Dalla Costa, li ha incastrati in flagranza di reato. Ora Marian Lungo, 41 anni, residente a Montebelluna, e Teodosia Tatiana Lungo, di 29 anni, dovranno rispondere dell’accusa di clonazione e indebito utilizzo di carta di credito in concorso. L’altro ieri una pattuglia della Polstrada in servizio sulla statale Valsugana ha notato una vecchia Mercedes bicolore, con agganciato un carrello, ferma a una pompa di benzina del distributore Agip. Marian Lungo, in sedia a rotelle, e la moglie stavano terminando di riempire una tanica posizionata sul carrello. A qualche centinaio di metri di distanza c’era un terzo uomo incappucciato, chiaramente il palo. Un agente è accorso nell’area di servizio, mentre l’altro ha tentato di inseguire il complice che però è riuscito a dileguarsi. I due romeni, per fare rifornimento gratis, avevano clonato una carta servizi fornita dal distributore intestata alla macelleria Dalmonte, posizionando un particolare apparecchio sul dispositivo di pagamento. Il titolare della macelleria, infatti, aveva fatto benzina poco prima utilizzando la sua carta. I due romeni sono stati denunciati, il carburante è stato restituito ai gestori del distributore. Proseguono le ricerche del terzo uomo. • F.C.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1