CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.06.2018

«Passaggio in auto e tentato stupro»

Trentenne accusa un conoscente di tentata violenza ai suoi danniLa caserma dei cc di Solagna
Trentenne accusa un conoscente di tentata violenza ai suoi danniLa caserma dei cc di Solagna

«Un uomo che conosco di vista mi ha aggredita e ha tentato di violentarmi dopo avermi dato un passaggio in auto». E’ il sunto della denuncia presentata alcuni giorni fa ai carabinieri della caserma di Solagna, guidati dal maresciallo Gianpaolo Bao, da una donna residente in una frazione della Valbrenta. L’episodio è ancora coperto dal massimo riserbo perché i carabinieri, di concerto con la Procura della Repubblica di Vicenza, stanno conducendo delicate indagini. La presunta vittima, poco più che trentenne, di origine straniera ma da tempo residente nel Bassanese con la famiglia, ha dichiarato di essere stata vittima di attenzioni sessuali non gradite da parte del conoscente, che avrebbe tentato di approfittare di lei nell’abitacolo della vettura. I fatti risalirebbero alla scorsa settimana. La giovane aveva passato una serata tra amici in un bar della Valle. Al termine, per tornare nella sua abitazione, che dista qualche chilometro, avrebbe chiesto un passaggio ai presenti. E’ a quel punto che, secondo il suo racconto, si sarebbe fatto avanti un avventore abituale del pubblico esercizio commerciale, che la presunta vittima conosceva in modo superficiale, ma del quale si fidava. Come accade spesso nei territori a scarsa densità di popolazione e nei piccoli paesi dove più o meno tutti conoscono tutti. Questa volta però non sarebbe andato tutto liscio. Nel tragitto verso casa, l’uomo avrebbe iniziato alcune avances diventate via via particolarmente insistenti. La donna ha dichiarato di aver dimostrato inequivocabilmente sin da subito di non essere disposta ad alcun tipo di rapporto, raccomandando esplicitamente al suo accompagnatore che si stava prendendo troppe confidenze di tenere le mani a posto. Sempre secondo la denuncia della presunta vittima, la situazione sarebbe precipitata: il conoscente a un certo punto avrebbe accostato l’auto e infilato le mani sotto i vestiti della ragazza. Passato lo sgomento iniziale, la donna si sarebbe divincolata riuscendo ad aprire la portiera della vettura e ad allontanarsi a piedi. Camminando di buon passo ha raggiunto la sua abitazione, dove è arrivata completamente sconvolta. L’automobilista nel frattempo era ripartito senza più molestarla. La denuncia è stata presentata qualche giorno dopo quello in cui l’episodio sarebbe accaduto. La donna ha spiegato ai militi dell’Arma di aver avuto bisogno di un po’ di tempo per realizzare completamente quanto successo e prendere la decisione di rivolgersi alle forze dell’ordine. Decisivo sarebbe stato il consiglio di persone amiche. Ricevuta la denuncia, i carabinieri stanno raccogliendo una serie di elementi e testimonianze, su mandato della Procura della Repubblica. •

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1

Sondaggio

Il Bassanese sta perdendo importanza nelle dinamiche economiche e sociali del Veneto? In quali settori sono necessari gli interventi più urgenti?
ok