CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

29.03.2017

Fingendo di testarle sparivano con le bici Padre e figlio nei guai

Le biciclette recuperate dai carabinieri a Cismon
Le biciclette recuperate dai carabinieri a Cismon

I carabinieri di Vedelago hanno denunciato alla Procura della repubblica di Treviso due uomini, padre e figlio, rispettivamente 58 enne e 31 enne, residenti a Cismon responsabili dei reati di furto in concorso, truffa e ricettazione. Gli accertamenti svolti dai militari in seguito al furto di una bici da corsa asportata ad un 40enne di Vedelago, avevano permesso di rinvenire quattro bici di elevato valore, già destinate alla rivendita a privati e di individuare padre e figlio di Cismon indagati quali autori di almeno tre furti. In particolare, il 31enne, fingendosi interessato all'acquisto di biciclette da corsa messe in vendita tramite annunci di privati pubblicati su internet, si presentava dall'inserzionista e, dopo aver chiesto di effettuare un giro di prova, si dava alla fuga in direzione del padre che lo attendeva poco distante con una autovettura. Il tutto è stato ripreso da alcune telecamere. In casa dei due, i carabinieri hanno ritrovato una bici da corsa marca Trek asportata al giovane vedelaghese, valore 6.000 euro, un’altra bici da corsa di marca Trek rubata ad un 55 enne di Trento del valore di 5.000 euro e una bici da triathlon sottratta a un 51 enne di Treviso, sempre del valore di 5.000 , euro, tre già restituite ai proprietari, mentre sulla quarta sono in corso accertamenti.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1