CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.08.2018

Festa dell’emigrante per tenere vive le radici

Il sindaco Ermando Bombieri con un gruppo di emigranti
Il sindaco Ermando Bombieri con un gruppo di emigranti

[FIRMA]La tradizionale Festa degli emigranti che si tenuta a Rivalta, piccola frazione di San Nazario situata a nord del capoluogo, nei giorni scorsi ha voluto essere un modo per mantenere vivi i rapporti con tutti quei giovani che, negli anni 50, hanno lasciato il loro piccolo paese per motivi di lavoro, seguendo i genitori e trasferendosi all’estero, perlopiù in Francia. Un appuntamento organizzato con orgoglio da un gruppo di volontari per mantenere vive le radici con il passato.«Avevo 13 anni quando ho lasciato Rivalta – racconta Graziella Moro – raggiungendo Annecy senza neppure conoscere la lingua. Ce l’ho messa tutta, frequentando la prima e e poi la seconda elementare, anche se è stata dura». Il peggio era lasciare le amiche, per una ragazzina che non sapeva niente di ciò che c’era fuori dal suo paese.Suo marito, Dario Mocellin, 80 anni, se ne andò appena diciottenne, dopo che fece domanda per il servizio di leva in aereonautica. «Non fui accettato – interviene – e così partii. Chiaramente era un altro mondo: ma ad Annecy trovai mia moglie, Graziella, con la quale ho costruito una bellissima famiglia».Questa festa viene organizzata ogni anno e ogni anno ritornano tutti, o quasi. Anche Milla Moro non è mancata: con i suoi 84 anni portati egregiamente, ha vissuto la serata con l’entusiasmo di una ragazzina, ricordando il distacco con amarezza.«Una volta giunta a Grenoble – aggiunge però con un sorriso – mio papà mi portò la cioccolata, che mangiai per la prima volta. Fu un’esperienza bellissima».Ermando Bombieri, sindaco di San Nazario, incentiva con orgoglio questa serata, perché ritiene sia importante ritornare nella terra d’origine. «Chi non ricorda le proprie radici, non ha futuro», è intervenuto durante la festa, salutando e ringraziando tutti i presenti.[END]© RIPRODUZIONE RISERVATA

Elena Rancan
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1