CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.03.2018

Edilizia, nasce il “testo unico”

Palazzo Guarnieri, sede dell’Unione montana a Carpanè di San Nazario
Palazzo Guarnieri, sede dell’Unione montana a Carpanè di San Nazario

Snellimento delle procedure tecniche, attraverso l’omologazione dei protocolli amministrativi :l’Unione Montana Valbrenta comincia dal Pati, ovvero il Piano di riassetto territoriale intercomunale, con la proposta di attivare un nuovo regolamento edilizio uguale per tutti i comuni della Valle. L’obiettivo è quello di avviare un processo di armonizzazione e semplificazione delle parti normative dei Piani degli interventi dei Comuni di Campolongo, Cismon, San Nazario, Solagna e Valstagna, concretizzato nei giorni scorsi con la formalizzazione di un nuovo regolamento edilizio e un nuovo prontuario per la qualità architettonica e la mitigazione ambientale, uguali per tutti e cinque i Comuni. Unitamente a questi nuovi strumenti, sono state apportate modifiche alle norme tecniche, tutto per armonizzare alcune procedure di costruzione che fino ad ora sono state regolamentate in modo diverso, nei rispettivi strumenti urbanistici. «Nel 2009 - spiega il presidente dell’Unione, Luca Ferazzoli -, abbiamo adottato il Pati, documento uguale per tutta la Valbrenta, con questo nuovo processo vogliamo snellire ulteriormente la macchina burocratica, applicando regole pratiche in materia edilizia che siano uguali per tutti i Comuni». «Trattandosi però di territori che hanno conformazioni ambientali e storiche, a volte anche molto diverse tra loro - prosegue il presidente dell’Unione montana - si è tentato di studiare un documento e quindi nuovi regolamenti in grado di soddisfare la maggior parte delle peculiarità, che caratterizzano i nostri centri abitati». Un secondo obiettivo, non di minore importanza è quello di agevolare anche il lavoro dei tecnici. «Un geometra che si trova a dover fare un progetto a Solagna o Cismon, per esempio - continua il presidente Ferazzoli -, si deve confrontare con regolamenti spesso completamente diversi, fatto che implica un lavoro aggiuntivo non indifferenti. Con regole uniche questo problema verrebbe risolto». Nelle prossime settimane gli elaborati saranno sottoposti ad adozione da parte dei Consigli comunali, anche per dare la possibilità ai cittadini di presentare eventuali osservazioni che saranno successivamente vagliate e discusse. Ogni informazione potrà essere richiesta all’ufficio urbanistica dell’Unione, che si trova presso il municipio di Valstagna. Una volta approvati definitivamente, i nuovi strumenti potranno semplificare gli adempimenti richiesti a cittadini e professionisti nella presentazione di progetti per opere edilizie, avendo a disposizione un’unica normativa uguale per tutta la Vallata del Brenta. «Ovviamente - conclude Ferazzoli - la validità di documenti di questo tipo si può misurare solo sul campo, tra un anno se sarà necessario rivedremo il nuovo regolamento per apportare eventuali modifiche». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1