CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.08.2017

«Da dieci giorni senza la linea»

Una suggestiva veduta del Villaggio del sole FOTO CECCONRenzo Dell’Acqua
Una suggestiva veduta del Villaggio del sole FOTO CECCONRenzo Dell’Acqua

Odissea sul Grappa per fare una telefonata. È bastato un temporale per mandare letteralmente in tilt la linea telefonica e lasciare gli abitanti completamente isolati per giorni. Ne sa qualcosa Renzo Dell’Acqua, che vive al Villaggio del Sole, in Comune di Solagna, da ben 15 anni e che ha dovuto sudare sette camicie per riuscire a farsi riallacciare la linea. Per non parlare delle situazioni surreali in cui ha dovuto destreggiarsi, con i centralinisti della Telecom che gli suggerivano improbabili escamotage per risolvere il problema.

«Il temporale che si è abbattuto sabato 19 agosto ha fatto saltare la linea telefonica - racconta Dell’Acqua -. I tecnici sono arrivati il lunedì mattina, ma ci hanno riferito di non poter fare nulla perché a Bassano non c’erano i pezzi di ricambio. Hanno ripristinato la linea telefonica soltanto il giovedì».

Dell’Acqua e consorte hanno passato quindi cinque giorni praticamente isolati, impossibilitati a mettersi in contatto con la figlia che abita a Varese. Anche perché in quella zona i cellulari praticamente non hanno campo.

«Ad un certo punto mia figlia ha deciso di chiamare i carabinieri - afferma - perché ci aveva dati per dispersi».

Non appena la linea del telefono è stata sistemata, restava però da riparare il collegamento ad internet, che al Villaggio del Sole è arrivato la primavera scorsa grazie alla fibra ottica.

«La centralinista della Telecom mi ha informato che questo problema non riguardava la sua società - prosegue Dell’Acqua - perché la fibra è di competenza di un altro gruppo».

La centralinista, però, ha lanciato comunque un suggerimento a Dell’Acqua.

«Mi ha detto di introdurre uno stuzzicadenti nel foro del modem - continua - in modo da ripristinarlo. E così ho fatto, fidandomi». Ed è qui che oltre al danno si è aggiunta la beffa. «Una volta inserito lo stuzzicadenti, è andato in tilt tutto - riferisce -. Non funzionavano più né i cellulari, né il sistema Timvision. La signorina mi ha comunque tranquillizzato, dicendomi che in due ore sarebbe tornata la linea internet».

Passate due ore, non è successo nulla. Le ore sono diventate giorni e Dell’Acqua ha deciso quindi di richiamare la Telecom, utilizzando il telefono di casa, stavolta funzionante. La centralinista lo ha messo in contatto diretto con i tecnici e Dell’Acqua ha pensato che fosse la volta buona per mettere fine al calvario. Non è stato così. Anzi.

«I tecnici mi hanno riferito che avrei dovuto spendere 30 euro ad apparecchio per il ripristino - dice -: per il momento ho rispristinato i cellulari. È incredibile dover sopportare i disservizi e dall’altra affrontare spese ulteriori. Qui sul Grappa siamo isolati: la Regione aveva promesso un ripetitore, ma non abbiamo visto nulla».

Enrico Saretta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1