CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

17.06.2018

Ciclopista del Brenta, gli ultimi fondi

Uno scorcio della ciclopista in Valbrenta.  FOTO CECCON
Uno scorcio della ciclopista in Valbrenta. FOTO CECCON

Ciclopista del Brenta, dalla Provincia di Vicenza sono in arrivo gli ultimi fondi per il completamento definitivo dell’opera. Attraverso tre diverse convenzioni l’ente stanzierà un milione di euro a favore dei Comuni di Solagna, Campolongo e Bassano: le aree dove il progetto complessivo è ancora parzialmente scoperto. In totale l’opera, che di fatto diventerà il prolungamento della ciclabile trentina, anello turistico fondamentale per collegare il Bassanese al Vicentino, ma anche a Treviso e Venezia, avrà un costo di circa 6,5 milioni di euro. Le convenzioni che verranno firmate nei prossimi giorni prevedono lo stanziamento di 300mila euro a favore del Comune di Campolongo sul Brenta per la realizzazione del tratto tra il ponte e la piccola stazione Enel; 400mila euro andranno poi al Comune di Bassano per i tratti Campese-passerella Tinello, e a sud tra la Conca d’oro e il lungobrenta verso il Ponte vecchio; infine 300mila euro saranno destinati al Comune di Solagna per l’allargamento della passarella sul canale idroelettrico in zona Tinello e il raccordo sulla ciclabile del sentiero del Brenta, in territorio di Pove. In questo modo il progetto sarà completo. Nel dettaglio, i precedenti interventi sono partiti nel 2014, quando, grazie a un bando regionale sulle piste ciclabili, l’Intesa programmatica d’area “Pedemontana del Brenta” propose alla Regione Veneto un intervento a regia regionale per il completamento dell’intero tratto compreso nell’area della provincia di Vicenza, nello specifico da Enego a Pozzoleone. Siccome la realizzazione dell’intero tratto sarebbe costata parecchi milioni di euro, in quella fase non disponibili, i Comuni della Valbrenta si impegnarono a ricercare ciascuno ogni finanziamento utile. I primi soldi arrivarono dalla Regione, che nel 2015 concesse un contributo di 1,6 milioni per gli interventi già completati di Valstagna, Campolongo e Pove, per un ammontare complessivo di 2 milioni. Nei mesi scorsi il Comune di Cismon ha chiesto e ottenuto dal Fondo comuni di confine 3,5 milioni di euro che consentiranno di completare la ciclopista a Primolano, risolvendo così il problema frana di Enego e a Valstagna con la realizzazione di un ponte sull’Oliero. Si trattava quindi di trovare i fondi per completare il collegamento verso Bassano. Ora, grazie al prezioso intervento della Provincia, arriverà l’importo economico necessario alla conclusione definitiva dei lavori. •

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1