CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

30.07.2018

Assalto
dei podisti al
40° della marcia

Il fiume a lato del percorso e le montagne a fare da sfondo: la marcia “Avanti e indrio par e contrae del Brenta” ha festeggiato ieri l’edizione numero quaranta. E alla partenza della storica iniziativa organizzata ieri a Valstagna dal locale Gruppo donatori di sangue, si sono ritrovati ieri mattina oltre 1700 podisti in arrivo da tutto il Veneto: veneziani, trevigiani e padovani arrivati in Valbrenta già di primo mattino. I podisti hanno potuto scegliere tra il percorso facilitato per permettere la partecipazione anche ai disabili, totalmente pianeggiante, di 5 chilometri e gli anelli misti disegnati tra il fondovalle e la montagna di 6, 12 e 21 chilometri. «Siamo soddisfatti per la partecipazione numerosa di singoli e gruppi a questa edizione per noi assolutamente speciale – è il commento degli organizzatori – e, soprattutto perché, chi sceglie di correre una volta su e giù per le contrade del Brenta, torna sempre all’edizione successiva della manifestazione». I volontari del gruppo locale, con protezione civile e alpini, hanno lavorato già dalla fine di giugno per sistemare i diversi anelli dedicati ai marciatori, sui quali ieri si sono messi alla prova una trentina di gruppi ufficiali e centinaia di famiglie. E alle 7.30 del mattino piazza San Marco di Valstagna era già gremita. La teoria dei marciatori in partenza è proseguita fino alle 9, animando il centro del paese. «Quest’anno il tempo ci ha aiutato - hanno aggiunto gli organizzatori coordinati dal capogruppo dei donatori, Andrea Signori -: è stata una bella giornata di sole e il caldo, qui lungo il fiume mai eccessivo». Da qui, i complimenti ricevuti in particolare da chi era arrivato da lontano. Alle 12, come consuetudine, la premiazione dei gruppi più numerosi, che ha visto salire sul podio Marathon Club Vicenza, Podisti Santa Croce e La Noce Villaverla. «Festeggiati i nostri primi quarant’anni – hanno chiuso i promotori della marcia – ci auguriamo che la marcia sia sempre di più un appuntamento al quale non mancare». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lorenzo Parolin
Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1