CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

19.06.2017

Hashish con alto
principio attivo
In tre in manette

I tre sono stati arrestati dai carabinieri di Padova
I tre sono stati arrestati dai carabinieri di Padova

PADOVA. I carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Padova hanno eseguito tre ordinanze di custodia cautelare nei confronti di tre persone di origine marocchina dedite al commercio all’ingrosso di hashish. I tre, residenti tra le province di Vicenza e Rovigo, secondo l’accusa, erano specializzati nell’importazione di resina di hashish in forma di ovuli dal Marocco e dalla Spagna.

 

Si tratta di Jaouad Fahmi, 32enne, marocchino, senza fissa dimora rintracciato a Foggia e, all’epoca dei fatti dimorante a Tezze sul Brenta; Mustapha El Goudi, 32enne, marocchino, residente a Lendinara (Rovigo); Mustapha Fouhami, 40enne, marocchino, residente a Tezze sul Brenta sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari.

 

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Benedetto Roberti, sono iniziate nei primi mesi del 2016. Tra aprile e agosto dello scorso anno i primi arresti: i carabinieri avevano fermato tre corrieri marocchini che avevano ingoiato ovuli di hashish per un totale di oltre sei chilogrammi. I tre pusher arrestati oggi riuscivano a manovrare ogni settimana oltre un chilo di hashish, con un altissimo principio attivo (del 19% contro il 6% di norma presente), destinato al mercato di Padova e provincia.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1