CHIUDI
CHIUDI

10.02.2019

La Fiera di S. Valentino e la sfida generazionale

Il sindaco Giada Scuccato all’inaugurazione
Il sindaco Giada Scuccato all’inaugurazione

Taglio del nastro tra migliaia di visitatori e 350 espositori, ieri, all’edizione numero 503 della Fiera di S. Valentino a Pozzoleone. A far da padroni, come consuetudine, la mostra mercato e gli stand dedicati alle produzioni agroalimentari, ma l’attenzione dei partecipanti si è diretta anche al convegno che apre la kermesse. E in un’edizione che ha scelto come tema l’intergenerazionalità, non sono mancati i riferimenti alle novità dell’ultimo quinquennio. «Rapporto tra le generazioni – ha spiegato il sindaco Giada Scuccato, all’ultima inaugurazione da primo cittadino – significa anche necessità di rinnovamento. In particolare, negli ultimi anni abbiamo allargato lo sguardo a tutto il Veneto e moltiplicato gli sforzi sulla sicurezza». A confermare la dimensione regionale dell’appuntamento, era presente il gotha del leghismo veneto: dal deputato Germano Racchella, all’assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin con il collega allo sviluppo Roberto Marcato, al capogruppo in Consiglio, Nicola Finco, oltre a sindaci e amministratori. «Il mio mandato – ha aggiunto il sindaco – ha incrociato la Fiera del cinquecentenario, edizione che credo nessun abitante dimenticherà». Da qui, una riflessione sul significato dell’edizione in corso, per la quale «la successione generazionale deve essere colta come opportunità di evoluzione per la Fiera e di crescita di tutto ciò che la circonda. Se sarà così, questo appuntamento sarà una consuetudine irrinunciabile per la nostra regione». Nel frattempo, fino a domenica 17, tra momenti di riflessione e di aggregazione, non ci sarà modo di annoiarsi. Oggi, dalle 8 alle 18 nella piazza del Grano le iniziative “Le nostre tradizioni” e domani alle 21 l’incontro sul tema “Il benessere per le tue piante con prodotti biologici”. Martedì alle 20.30 un incontro sull’alimentazione e la cura delle mucche da latte e, giovedì 14, la messa con benedizione del pane alle 15 e la messa solenne alle 19. Alle 20.45 il concerto “Per dirti t’amo…in musica” con la Schola Cantorum di Pozzoleone. Sabato 16 ancora un convegno sulla spesa intelligente e domenica 17 la chiusura della manifestazione in musica. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Lorenzo Parolin
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1