CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

26.07.2018

Rubano una motozappa, arrestati

Una “gazzella” dei carabinieri
Una “gazzella” dei carabinieri

Colpo nella notte a Rossano, da un’azienda agricola sparisce una costosa motozappa, colpevoli arrestati in flagranza dai carabinieri di Bassano. In manette, con l’accusa di furto aggravato in concorso, due operai romeni residenti nel bassanese: Aurel Laurentin Cazan, 38 anni di Tezze e Filip George, 31 anni, di Rossano. L’allarme è scattato verso le 23 di martedì, quando una residente di via San Zenone, mentre stava facendo rientro a casa insieme a un’amica, ha notato dei movimenti sospetti lungo la recinzione del terreno agricolo di proprietà del fratello: la rete era tagliata e a cavallo del muretto c’era il prezioso attrezzo agricolo del parente. La donna, capito che qualcosa non andava, ha scelto di allertare subito il 112, restando sempre in contatto telefonico con la centrale. Proprio in quegli istanti due uomini sono usciti dal capanno agricolo della proprietà, per poi correre lungo la strada, e fuggire a bordo di un furgone bianco, parcheggiato a poca distanza. La fuga però è durata davvero poco. Una manciata di minuti dopo, una pattuglia dell’aliquota radiomobile, guidata dal maresciallo maggiore Massimo Guelfi, è arrivata nelle campagne rossanesi, seguita dai militari di Rosà. Il tempestivo intervento, ha consentito di bloccare il mezzo a poca distanza. Il furgone è risultato di proprietà di un loro connazionale residente a Rossano, al momento da ritenersi estraneo ai fatti. L’attrezzo agricolo del valore di circa 3.000 euro, è stato recuperato e riconsegnato al legittimo proprietario che ha presentato formale denuncia in relazione al furto subito. Entrambi gli arrestati sono stati momentaneamente posti agli arresti domiciliari nelle rispettive dimore, in attesa di comparire domani davanti al giudice in tribunale a Vicenza. Anche in questo caso un ruolo cruciale per il buon esito dell’operazione è stato svolto dai residenti, che sono stati in grado di fornire segnalazioni tempestive e dettagliate. Le quotidiane attività dell’Arma bassanese, ovviamente continuano ad ampio raggio. «La costante attività di controllo del territorio - precisano dalla Compagnia di via Emiliani - si inserisce in una più ampia e costante azione di prevenzione e contrasto dei reati di ogni natura, in modo particolare per quanto concerne i reati contro il patrimonio. Ancora una volta la fattiva collaborazione della popolazione ha consentito ai carabinieri, che nel periodo estivo hanno rafforzato in maniera ragguardevole la loro presenza sul territorio con più pattuglie, di intervenire prontamente». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Francesca Cavedagna
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1