CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.10.2017

Palazzo Sebellin, via al restauro

Da sin. Angelita Cortese, Morena Martini, Felics Zanata, Marco Cortese e Marco Zonta
Da sin. Angelita Cortese, Morena Martini, Felics Zanata, Marco Cortese e Marco Zonta

Sono iniziati nei giorni scorsi a Rossano Veneto i lavori per il restauro della barchessa dell'ex sede municipale di palazzo Sebellin.

Ad aggiudicarsi i lavori, tramite una procedura aperta indetta dalla Provincia di Vicenza, unica appaltante per il comune, con un importo a base d'asta di 540 mila euro, è stata la ditta Cortese Mario srl di Marostica, la ditta che si è aggiudicata i lavori tramite una procedura aperta indetta dalla Provincia di Vicenza, unica appaltante per il comune con importo a base d'asta di 540 mila euro, hanno avviato l'opera dall'annesso (la barchessa), costruzione di circa 250 metri quadri complessivi nella quale verranno ricavati una sala riunioni al piano terra e due altre sale al secondo piano, utilizzabili anche dai disabili. La struttura avrà pure un ascensore esterno.

Il restauro della barchessa si protrarrà per dieci di mesi, per un costo di poco meno di 503 mila euro. Buona parte dei fondi arriveranno dalle casse comunali, mentre il resto della somma è frutto di un contributo regionale di oltre 252 mila euro, parte dei quali saranno utilizzati per i lavori di recupero di palazzo Sebellin, che diventerà sede delle associazioni comunali.

Con un successivo appalto verranno infatti aggiudicati, per questa struttura, incarichi per il rifacimento degli impianti elettrico, idraulico, di finestre, balconi e la tinteggiatura interna ed esterna.

«Nel luglio del prossimo anno - ha anticipato il sindaco Morena Martini - procederemo con la cerimonia di inaugurazione dell'intera opera».

Il progetto è stato realizzato dall'architetto Felics Zanata, dello studio bassanese Zanatagroup.

«Il restauro dell'annesso, sul quale pesa il più gravoso dei vincoli, quello monumentale - ha precisato Felics Zanata - è stato regolarmente autorizzato dalla Sovrintendenza delle Belle Arti».

Con il sindaco Morena Martini, hanno presenziato al via dei lavori anche l'assessore Marco Zonta, lo stesso architetto Zanata e per la ditta marosticense i fratelli Angelita e Marco Cortese.

«I dipendenti dell'ufficio lavori pubblici - ha sottolineato il primo cittadino - hanno lavorato molto per rispettare le diverse scadenze, necessarie per dare l'avvio all'opera. Mi sento di ringraziarli uno ad uno dal profondo del cuore».

Morena Martini ha inteso ricordare come la sua amministrazione abbia avviato opere pubbliche che stanno restituendo valore e dignità a diversi immobili comunali: dalle scuole del capoluogo al "laghetto" a villa Caffo e alla palestra comunale, per non contare le asfaltature di numerose vie.

Lucio Zonta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1