CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.05.2018

Lavoratori in nero
controllati con gps
Sette denunciati

Volantinaggio: un controllo della Finanza
Volantinaggio: un controllo della Finanza

ROSÀ. La guardia di finanza di Bolzano ha scoperto un grave caso di caporalato con 41 lavoratori in nero impiegati nella consegna porta a porta di materiale pubblicitario tra il Trentino Alto Adige, il Veneto e la Lombardia. I lavoratori, prevalentemente di nazionalità pakistana, indiana ed algerina, erano costretti a lavorare in condizioni indecorose e sotto continua sorveglianza (addirittura tramite gps) anche per più di 15 ore al giorno, sei giorni alla settimana, per 500/700 euro al mese. Venivano portati sui posti di lavoro con furgoni fatiscenti. Tramite un sistema ad hoc di ditte individuali e società riconducibili alle stesse persone, con base a Rosà, è stato messo in piedi un giro di mano d’opera completamente in nero. I lavoratori vivevano in condizioni igienico-sanitarie precarie, esposte a continue minacce e, in alcune circostanze, addirittura private dei loro documenti. La guardia di finanza ha così denunciato cinque uomini di nazionalità indiana e due italiani.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1