CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

04.02.2018

Cammina ubriaco
lungo una via buia
Investito, è grave

Una pattuglia dei carabinieri. ARCHIVIO
Una pattuglia dei carabinieri. ARCHIVIO

ROSÀ. Giovane marocchino cammina ubriaco lungo il ciglio della strada in una zona scarsamente illuminata e viene investito, riportando gravi lesioni. Ora è ricoverato all'ospedale San Bassiano in prognosi riservata.

L'incidente è avvenuto la scorsa notte in via dei Prati, strada parallela alla statale Valsugana in direzione di Cittadella. Era da poco passata la mezzanotte e Fabio Bettin, padovano di 32 anni, stava percorrendo la provinciale in direzione sud alla guida di una Seat Leon.Secondo la prima ricostruzione effettuata dai carabinieri della Compagna di Bassano, comandata dal capitano Adriano Fabio Castellari, sembra che l'automobilista abbia colpito con la parte anteriore del mezzo Adnane Seghra, 24 anni, residente a Schiavon ma di fatto domiciliato a Mussolente, che stava camminando a piedi nella stessa direzione, in un tratto privo di illuminazione.

Le cause e la dinamica dell'impatto sono comunque ancora al vaglio della forze dell'ordine, impegnate nella dettagliata ricostruzione della dinamica, anche per appurare la possibilità che il pedone abbia invaso la corsia di marcia dell'automobilista. Dopo l'urto con l'auto, la vittima è caduta a terra, battendo violentemente la testa sull'asfalto. Al giovane, trasportato all'ospedale San Bassiano, è stato diagnosticato un grave trauma cranico con ematoma cerebrale. Resta ricoverato nel reparto di rianimazione. Secondo i primi accertamenti richiesti dai militari dell'Arma è risultato che il ferito avesse un tasso alcolemico di quasi 2,70 grammi per litro. 

F.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1