CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.05.2017

Botte da orbi
fra donne
alla sagra

L’intervento degli agenti e dei soccorritori
L’intervento degli agenti e dei soccorritori

ROSÀ. Domenica sera, nell’ultima iniziativa della “Festa dell’asparago” di Rosà, al parco delle Rose, è andata in scena una furibonda lite fra due donne, tanto che sono dovuti intervenire sia i volontari del soccorso e che la polizia locale.

L’episodio si è verificato al termine del concerto del gruppo “Boomerang”, giunto da Bergamo, che ha interpretato i brani più suggestivi del repertorio dei Pooh. Fra i protagonisti di una serata di grande successo e che tante emozioni ha suscitato nei presenti, assieme a ricordi del passato, anche Mauro Bertoli, uno dei fondatori dello storico gruppo. Il concerto, organizzato dalla Pro loco, aveva l’obiettivo di raccogliere fondi destinati agli Istituti Palazzolo che ospitano disabili e persone anziane non autosufficienti.

Terminata la musica, è stata la volta della nota... stonata, a base di ceffoni e botte. In una zona attigua è scoppiata una baruffa fra due donne, entrambe residenti a Bassano, un’italiana e un’etiope. Dalle parole le due sono passate ai fatti, suonandosele di santa ragione. Non si conoscono i motivi del litigio. La scena è stata notata dal personale dell’unità mobile di soccorso, in servizio per tutta la giornata, e sul posto sono intervenuti anche gli agenti della polizia locale, che hanno provveduto a separare le contendenti.

Le due sono state medicate nell’ambulanza. Nulla di grave e tutto sembra finito lì, salvo eventuali querele.

Sono intervenuti anche il sindaco Paolo Bordignon col vice Simone Bizzotto, presenti alla giornata di festa della comunità.

M.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1