CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

16.09.2017

Vandali negli impianti sportivi

I vandali hanno squarciato il telone che protegge dalle intemperie una parte della struttura
I vandali hanno squarciato il telone che protegge dalle intemperie una parte della struttura

Una terra di nessuno, dove i vandali si aggirano indisturbati. Questa la situazione degli impianti sportivi di San Giacomo di Romano. È stata un’estate da dimenticare, per le strutture di via Marcello, considerato che i raid vandalici si sono susseguiti uno dopo l’altro. Sedie gettate all’aria, danni ai servizi igienici e agli attrezzi, i teppisti hanno colpito in diverse occasioni, anche nei giorni scorsi.

Se la sono presa pure con il tendone che ospita i campetti: tagliato e completamente distrutto. I teppisti, del resto, nell’area hanno gioco facile, visto che la sorveglianza è pressoché nulla e che aprirsi dei varchi per accedere è sin troppo facile.

«I cancelletti ci sono e la sera vengono chiusi - riferisce il sindaco di Romano, Simone Bontorin -. Ciò nonostante, i vandali riescono comunque a intrufolarsi nell’area e a danneggiare le strutture».

Bontorin, insomma, è consapevole di quanto accade nel sito, ma sottolinea che questa situazione si trascina da tempo e che soltanto ora ci si è messi di buona lena per cercare di risolverla.

Il problema di fondo è uno: la gestione degli impianti sportivi, in sostanza, è stata affidata alla cooperativa “La Goccia” di Marostica, la quale però non ha ancora preso in mano la questione.

«Praticamente, la precedente Amministrazione aveva emesso un bando per la gestione degli impianti - riferisce Bontorin -. Bando che è stato vinto da “La Goccia”. Soltanto che al nostro insediamento, in giugno, la convenzione non era ancora stata firmata. Abbiamo quindi dovuto attivarci noi, e siamo arrivati alla firma in agosto. Di conseguenza, per buona parte dell’estate gli impianti non avevano un gestore e si sono verificati dei pesanti episodi vandalici».

Per il primo cittadino, però, la misura ora è colma.

«Abbiamo già presentato denuncia - prosegue Bontorin - ma ora prenderemo provvedimento con la cooperativa “La Goccia” e le chiederemo di attivarsi per controllare la situazione nell’area. La sorveglianza, infatti, compete a loro».

Sembra però che le strutture danneggiate non saranno sistemate.

«Sarebbe uno spreco di risorse - spiega il sindaco Bontorin- perché la cooperativa “La Goccia” ha in mente di potenziare i servizi e migliorare gli impianti sportivi do San Giacomo. Riparare quanto danneggiato a questo punto sarebbe inutile. Questa incuria dà molto fastidio ma confido sia solo una questione di tempo».

Enrico Saretta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1