CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.02.2018

Un cavillo stoppa il Consiglio, polemica

Massimo Ronchi
Massimo Ronchi

Salta il Consiglio e scoppia la polemica tra l’Amministrazione Bontorin e l’opposizione. L’assemblea era stata fissata per domani, ma il consigliere e capogruppo di minoranza, Massimo Ronchi, ha riferito di non aver ricevuto la convocazione. Di conseguenza, la convocazione sarebbe stata illegittima. Ecco quindi che l’Amministrazione ha spostato il Consiglio a sabato 17 febbraio, cosa che però rischia di provocare qualche problema alla macchina comunale. «Avevamo fissato per il 10 febbraio la data del Consiglio - riferisce l’Amministrazione in una nota -. Lunedì scorso abbiamo attivato gli incaricati del Comune per notificare a tutti i consiglieri l’avviso di convocazione. Sarebbe stato un Consiglio importante, perché tra gli altri punti prevede l’approvazione del bilancio di previsione, senza il quale, alcuni impegni di spesa urgenti non possono essere formalizzati, a discapito dei servizi alla cittadinanza. Ciò significa, ad esempio, che un intervento imprevisto a una caldaia di un edificio pubblico non può essere effettuato, lasciando al freddo gli utenti della struttura». Il problema è che il consigliere di minoranza Ronchi non era in casa al momento del recapito della convocazione, per cui l’incaricato ha inserito l’avviso nella cassetta delle lettere. «Martedì, due consiglieri del suo stesso gruppo, si sono presentati in municipio per ritirare la documentazione - prosegue l’Amministrazione - dando atto, nei fatti, di aver ricevuto l’avviso di convocazione, e senza nulla eccepire sulla data o su null’altro. Sempre martedì, interpellato dalla segreteria, lo stesso consigliere affermava di non aver visto nulla, facendo intendere che la conferma della convocazione per il 10 febbraio sarebbe stata illegittima». Da qui, il rinvio. «Siamo all’avanspettacolo della protervia - tuonano Bontorin e i suoi - e con un gruppo di minoranza, composto da quattro consiglieri, due dei quali ritirano la documentazione dei punti all’ordine del giorno, e dal loro “collega”, che non sa, non ha visto e scade tra i cavilli giuridici. Evidentemente non parla più con i suoi, A causa di questo comportamento, ora chi è al freddo rimane al freddo, il bando per il bonus riqualificazione rimane bloccato e gli impegni di spesa non possono essere formalizzati». Il consigliere Ronchi non ci sta però ad essere accusato di bloccare i lavori del Comune e ribatte documenti alla mano. «Martedì mattina non avevo ancora ricevuto nulla - spiega - ma anche se avessi avuto la convocazione, sarebbe stata fuori tempo massimo, visto che il regolamento prevede che debba essere notificata almeno cinque giorni prima. L’Amministrazione deve smetterla di mistificare la realtà». • E.S.

E.S.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1