CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

02.08.2018

«Rondò di Spin un biglietto da visita»

Il progetto della rotatoria di Spin così come lo ha voluto l’Amministrazione Bontorin
Il progetto della rotatoria di Spin così come lo ha voluto l’Amministrazione Bontorin

«Non sarà solo una rotatoria ma un vero e proprio biglietto da visita per Romano». Con queste parole l’Amministrazione ezzelina ha approvato in consiglio comunale il progetto preliminare della nuova rotatoria di via Spin. «Quest’opera comporterà una vera e propria riqualificazione per Romano - ha sottolineato il sindaco Simone Bontorin - perché migliorerà anche l’estetica e il decoro urbano del nostro territorio comunale. Le stesse parole hanno mandato su tutte le furie le opposizioni, in primis l’ex sindaco Rossella Olivo e l’ex assessore Massimo Ronchi, per i quali il progetto non apporterebbe alcun tipo di riqualificazione al centro di Romano. È stato un consiglio comunale di fuoco quello di martedì sera. All’ordine del giorno c’era proprio l’approvazione del progetto preliminare del nuovo rondò, un’opera attesa a Romano da decenni, ritenuta strategica per il traffico di tutto il Bassanese. Durante l’assemblea, non è mancata la polemica, in particolare perché il costo dell’opera è salito dagli 890 mila euro dello studio di fattibilità all’attuale milione e 205 mila euro. «L’incremento è dovuto alla decisione di incrementare il perimetro funzionale dell’opera anche ad ovest del municipio, demolendo un edificio - ha affermato l’assessore ai lavori pubblici Mauro Salvemini -. Vogliamo infatti che queste rotatoria sia un biglietto da visita per Romano». Ecco quindi che oltre agli edifici di fronte al municipio e di proprietà della famiglia di commercianti Battocchio, sarà abbattuta anche una vecchia casa che sorge sul lato occidentale del municipio. Al suo posto sorgeranno il nuovo accesso al Comune di Romano e una serie di nuovi parcheggi. Rispetto a quanto previsto dallo studio di fattibilità, si è deciso quindi di ampliare la zona di intervento, andando a toccare anche l’area ad ovest oltre a una parte del parco di villa Ferrari. Sarà inoltre trasferita la cabina dell’Enel. Il diametro della nuova rotatoria sarà di 40 metri. Come ha spiegato l’ingegnere del Comune di Romano Giampietro Bernardi, è stato utilizzato un software per simulare l’attraversamento del nuovo rondò da parte di mezzi di vario tipo, ed è emerso che non ci sono criticità. L’opera, infatti, è stata collaudata anche per il passaggio degli autobus, che solitamente hanno le maggiori difficoltà. L’obiettivo del Comune di Romano è terminare i lavori il prossimo anno. Nonostante gli scontri, il progetto preliminare alla fine è stato approvato. Maggioranza compatta e favorevole, mentre Ronchi, Olivo e la consigliera Francesca Filiaci si sono astenuti. Favorevole invece il consigliere di opposizione Giampaolo Lorenzato, ex candidato sindaco. «Se mi fossi trovato al suo posto - ha detto rivolgendosi al primo cittadino Bontorin - avrei fatto la stessa cosa. La rotatoria è una priorità per Romano». • © RIPRODUZIONE RISERVATA

Enrico Saretta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1