CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.03.2018

Orti al posto del “Masterplan”

Una nuova soluzione per Fellette al posto del Masterplan: 52 orti sociali. CECCON
Una nuova soluzione per Fellette al posto del Masterplan: 52 orti sociali. CECCON

Dove doveva nascere l’ambizioso masterplan “Fellette centro”, sorgeranno invece ben 52 orti sociali. L’Amministrazione Bontorin ha messo definitivamente in soffitta il progetto studiato dalla precedente Giunta Olivo, che mirava a creare nel centro della frazione, tra la scuola elementare e il campo da baseball, centri residenziali, auditorium e spazi aggregativi. Proprio quell’area avrà ora una destinazione del tutto diversa, più legata alle tradizioni e alle necessità primarie di cittadini, specialmente dei più bisognosi. Saranno infatti realizzate decine di aree verdi che verranno poi messe a disposizione di cittadini e famiglie che versano in difficoltà socio-economiche e che intendono iniziare a coltivare prodotti orticoli per il loro sostentamento. Non solo, gli orti sociali, come rivela proprio il nome, consentiranno la nascita di spazi di relazione e momenti di scambio di esperienze e sapere, favorendo l’invecchiamento attivo e la valorizzazione di un terreno di proprietà comunale. I lavori per la sistemazione di questi siti termineranno proprio in questi giorni. La Giunta municipale, nel frattempo, ha stabilito i criteri per la determinazione della graduatoria di assegnazione degli orti, andando a porre particolare attenzione agli anziani, ai disoccupati e alle famiglie numerose. Il termine per la presentazione delle domande per l’assegnazione degli orti è previsto per il 30 marzo. Le aree saranno poi assegnate per cinque anni, durante i quali sarà consentita la sola coltivazione di ortaggi e piccoli frutti utili alle esigenze dell’assegnatario e della sua famiglia. Il Comune di Romano si impegnerà a fornire l’acqua per l’irrigazione, mentre gli assegnatari, oltre agli obblighi (continuità, cura della manutenzione e della pulizia, diligenza nell’impiego del sistema di irrigazione evitando ogni forma di spreco) avranno il divieto di commercializzazione dei prodotti ottenuti dall’orto. Il Regolamento prevede inoltre la costituzione di un Comitato di gestione, al fine di garantire il corretto utilizzo degli orti da parte degli assegnatari. Il progetto è stato curato personalmente dal vicesindaco di Romano Lorenzo Zen, dall’assessore ai lavori pubblici Mauro Salvemini ed è stato poi condiviso da tutta la Giunta ezzelina «L’idea è di trasmettere il senso di comunità - riferisce il sindaco Simone Bontorin - permettendo da una parte l’instaurarsi di un numero maggiore di relazioni sociali e dall’altra di dare rilievo ai prodotti agricoli e all’importanza del lavoro della terra. Un lavoro che permette di costruire dei rapporti umani sulla base dei valori della tradizione e del rispetto dell’ambiente». •

Enrico Saretta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1