CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

09.09.2018

Festa della ceramica Respiro internazionale

Il pubblico presente all’inaugurazione
Il pubblico presente all’inaugurazione

La Festa della ceramica a Nove ritrova l’arte semplice, genuina, artigianale, che irrora ancora il suo messaggio di gentilezza e ottiene anche un sucesso internazionale. Un pubblico numeroso nella serata di venerdì ha assistito al momento inaugurale della manifestazione, presente anche il prefetto di Vicenza, Umberto Guidato, oltre a sindaci dei comuni vicini. A Nove sono pure confluiti i massimi esponenti del mondo della ceramica, come Massimo Isola presidente dell’Associazione italiana città della ceramica, vicesindaco di Faenza. Non senza partecipazione emotiva, il sindaco di Nove, Chiara Luisetto, ha dato il benvenuto agli ospiti, compresi gli oltre 100 artisti dei “Portoni aperti”. «È forte la sensazione che tanto mondo si ritrovi qui e che i nostri portoni siano più aperti che mai- ha detto il sindaco -. La Festa della ceramica racconta chi siamo e di quanta accoglienza siamo capaci». Chiaro il messaggio tra le righe, in tempi di globalizzazione informatica e anche di flussi migratori, quasi a dire che anche la ceramica (spesso composto da tanti materiali), con la cottura nei forni diventa un unico collante. Tant’è che l’assessore Diego Fabris ha semplicemente riassunto la festa con un «momento di civiltà, in cui Nove indossa l’abito elegante, da festa, mostrando il proprio prodotto, ma anche l’amicizia». Come quella che dura da 50 anni con la città gemellata di Welkenraedt (Belgio), oltre all’esposizione della delegazione della Croazia in sala De Fabris, la presenza di numerosi artisti stranieri e il concerto del cantautore argentino Peteco Carabajal. Un particolare messaggio di benvenuto è stato dato alla nutrita delegazione belga, guidata dal borgomastro Jean-Luc Nix, con un discorso in francese di Chiara Luisetto, subito ricambiato dall’omologo del Belgio. E oggi va in scena l’ ultimo giorno della festa: fino alle 20 si potranno visitare i “Portoni aperti” e ammirare le lavorazioni ceramiche più disparate, oltre a mostre e musei. Sono previsti al mattino il rinnovo del gemellaggio con Welkenraedt e al pomeriggio laboratori, intrattenimento, la premiazioni dei portoni, il concerto del corpo bandistico e lo spettacolo pirotecnico. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

R.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1