CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.08.2018

Festa della ceramica Attesi oltre 100 artisti

I conigli in terracotta di Luigi Bertolin
I conigli in terracotta di Luigi Bertolin

Si scaldano i motori a Nove della complessa macchina organizzativa della Festa della ceramica e dei Portoni Aperti 2019. Dal 7 al 9 settembre un intero paese si trasforma per accogliere e valorizzare la ceramica, che per secoli ha caratterizzato l’economia locale. A gestire la regia organizzativa della ventunesima edizione della Festa della ceramica è il Comune di Nove, affiancato dal partner storico, l’associazione “Terra di ceramica” (sodalizio che curerà alcuni aspetti artistici). Venerdì è prevista la presentazione del ricco programma, punteggiato da momenti di ogni genere. Già avviata la distribuzione della ricca brochure con i dettagli dell’evento, numeri utili e informazioni; in copertina una immagine con la ormai celebre installazione in ceramica del 2017, una vera “invasione” di conigli di terracotta colorati che era stata proposta nei giardini pubblici dal torniante Luigi Bertolin. Il via sarà dato nel pomeriggio del 7 settembre alle 18 con l’apertura ufficiale. Per l’esposizione dei Portoni Aperti saranno 100 gli artisti ceramisti provenienti non solo dall’Italia, ma anche dall’estero, che eseguiranno ceramiche in piazza nei loro singoli posteggi espositivi. Mostre, fabbriche aperte, concerti, convegni arricchiranno come sempre la festa della ceramica di Nove, che manterrà un taglio internazionale grazie ad alcuni momenti clou. Nell’arco del trittico di giornate si svolgeranno anche i festeggiamenti per i 50 anni del gemellaggio con Welkenraedt (Belgio) e in sala De Fabris sarà ospitata una mostra tematica di ceramisti della Croazia; altra attesa presenza straniera sarà quella del celebre artista sudamericano Peteco Carabajal (massimo esponente della musica popolare dell’Argentina). L’evento nel quale invece sarà proposta una rilettura della novesità ceramistica sarà la mostra di palazzo Baccin “La fabbrica dei tosi” dedicata alla manifattura Zanolli, Sebellin e Zarpellon. Per gli ospiti saranno in funzione vari punti di ristorazione, per il pranzo della comunità del 9 settembre sarà proposto il piatto “de San Piero” (pollo in casseruola con fagioli in salsa tipica). Per tre giorni Nove metterà il suo abito migliore e attenderà migliaia di visitatori. • © RIPRODUZIONE RISERVATA

R.B.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1