CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

22.10.2017

«Sì alla Carta etica dello sport»

Il sindaco Cristiano Montagner
Il sindaco Cristiano Montagner

Il Comune di Mussolente è tra le prime municipalità del Veneto, se non la prima, ad aderire alla “Carta etica dello sport”.

Approvato ad inizio settembre dal Consiglio regionale, questo documento mira a favorire un approccio sano all'attività motoria e a diffondere il volontariato e l’associazionismo sportivo. La Giunta misquilese non ha quindi perso tempo e nei giorni scorsi si è impegnata a seguire i principi enunciati nella Carta, riassunti in 14 articoli. Una serie di punti in cui si afferma il diritto di tutti a fare sport, si sottolinea il ruolo educativo della pratica sportiva e il suo valore nei processi di inclusione sociale e integrazione ma attraverso i quali si chiede anche a tutti il rispetto degli atleti e dei loro ritmi di sviluppo e maturazione e si auspica la promozione dello spirito di squadra e del senso di solidarietà, nonché il rifiuto di ogni forma di discriminazione nell’esercizio dell’attività motoria e sportiva. Il manifesto proposto dalla Regione pone inoltre l’accento sui valori della lealtà e dell’onestà, sull'osservanza delle regole e sul ruolo dei giudici o degli arbitri sportivi e invita chi aderisce al protocollo a rifuggire dalla tentazione di fare ricorso a mezzi illeciti o scorretti ed ad ogni forma di doping.

«Da quando la Regione ha introdotto questo nuovo codice di comportamento sportivo – spiega il sindaco Cristiano Montagner -, il Comune di Mussolente non ha perso tempo a sottoscriverlo. A breve inoltre incontreremo le società sportive del territorio per condividere per invitare i dirigenti a seguirci su questa strada, aderendo a loro volta al Codice etico». C.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1