CHIUDI
CHIUDI

21.02.2019

Nel mirino il bancomat ma l’assalto va in fumo

La filiale del Credito Trevigiano presa di mira dai banditi. CECCON
La filiale del Credito Trevigiano presa di mira dai banditi. CECCON

Questa volta l'assalto al bancomat è andato a vuoto. I malviventi che nella notte tra martedì e ieri hanno tentato di forzare l'apertura dell'erogatore di denaro in un istituto di credito di Mussolente hanno fallito il bersaglio e se ne se sono andati a mani vuote. Di quello che era accaduto nottetempo si sono resi conto ieri mattina i dipendenti del Credito Trevigiano-Banco di credito cooperativo, ubicato al civico 68 di via della Vittoria, tratto della provinciale Schiavonesca-Marosticana, poche centinaia di metri oltre la rotatoria in direzione di San Zenone. La denuncia è stata presentata ai carabinieri che sono in attesa di acquisire le immagini della videosorveglianza per ricostruire l'accaduto. L'unica cosa che, al momento, pare certa è l'orario del tentativo messo in atto dai ladri, tra l'una e mezza e le due. È molto probabile che, una volta entrati in azione, gli sconosciuti siano stati disturbati dal passaggio di veicoli visto che la strada che collega Bassano a Treviso è trafficata anche di notte. Quasi certamente i malintenzionati che avevano iniziato ad aprire un varco a ridosso del bancomat intendevano poi inserire dell'esplosivo, far saltare il dispositivo e andarsene con il denaro contenuto. La loro azione era però da poco iniziata quando sono stati costretti a mollare la presa e a fuggire. Dall'esame della videosorveglianza si potrebbero ricavare elementi utili alle indagini. Quanti uomini hanno agito? Con che mezzo sono arrivati in via Vittoria? Che attrezzi avevano per mettere a segno il colpo? Perché sono scappati? Tutte domande alle quali i militari guidati dal capitano Adriano Fabio Castellari potrebbero dare una risposta nei prossimi giorni. •

Lucio Zonta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento può comportare il trattamento di dati personali: per maggiori informazioni sulle modalità di trattamento e l’esercizio dei diritti consultare le nostre Informazioni sulla Privacy e l’informativa estesa sui cookie presenti in calce al sito web.

pagine 1 di 1