CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.04.2017

«Picchia il marito
con la scopa»
Sposa a processo

Una baruffa in famiglia. L’imputata è accusata di maltrattamenti ai danni dell’ex marito. ARCHIVIO
Una baruffa in famiglia. L’imputata è accusata di maltrattamenti ai danni dell’ex marito. ARCHIVIO


MAROSTICA. Le parti, rispetto a quanto abitualmente si vede in tribunale, sono invertite. A sedersi sul banco degli imputati è la moglie, che deve rispondere di maltrattamento in famiglia: per più di un anno, avrebbe reso la vita impossibile al suo (ex marito), tanto da essere denunciata prima e rinviata a giudizio poi su richiesta del magistrato. 

 

È iniziato nei giorni scorsi, davanti al giudice De Stefano e al pubblico ministero onorario Locas, il processo a carico di Paola Daminato, 32 anni, oggi residente a San Martino di Lupari, nel Padovano. L’imputata, difesa dall’avv. Carla Telatin, è stata accusata dal pubblico ministero Gava - prima che lasciasse Vicenza per Padova - di aver maltrattato il coniuge Davide, di 38 anni, il quale - assistito dall’avv. Francesca Manera - si è costituito parte civile per chiedere un risarcimento dei danni che ritiene di avere subito.

 

I fatti contestati dalla procura, che aveva coordinato le indagini della polizia giudiziaria dopo la denuncia sporta da Davide, sarebbero avvenuti a Marostica - dove abitava la coppia - fra il marzo del 2014 e l’aprile dell’anno successivo, quando i coniugi avevano deciso di prendere strade diverse. In base a quanto ricostruito, Daminato avrebbe insultato con frequenza il compagno, anche in presenza di altre persone, per epiteti irriferibili. In qualche occasione, poi, sarebbe giunta ad aggredirlo fisicamente, anche con il manico di una scopa, oppure graffiandolo in viso e sulle braccia. Quando la coppia litigava, lei si sarebbe trasformata in una furia.

Diego Neri
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1