CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

07.11.2017

«Maratona blindata ma stupenda»

Il gruppo di Marostica volato a New York per partecipare alla maratonaUn altro strepitoso risultato per il maratoneta Luigi Vivian
Il gruppo di Marostica volato a New York per partecipare alla maratonaUn altro strepitoso risultato per il maratoneta Luigi Vivian

Sono partiti mercoledì mattina alla volta della Grande Mela per vivere la maratona più bella del mondo e condividere l’impresa con l’amico e concittadino Luigi Vivian, quinto fra i tremila italiani che domenica hanno partecipato alla New York City Marathon.

C’erano anche diciotto marosticensi tra il folto gruppo di vicentini che hanno attraversato l’Atlantico per correre i 42 chilometri più famosi al mondo fra i quartieri di New York. Nemmeno il timore di un attacco terroristico, dopo l’attentato del 31 ottobre a Manhattan, ha saputo ostacolare la loro grande passione per la corsa, che a New York ha sconfitto ogni paura.

«La presenza della polizia e dell'esercito è massiccia – racconta il fratello di Luigi Matteo Vivian che ha accompagnato Luigi in questa fatica - ma la vita scorre normale. Abbiamo affittato le biciclette e pedalato lungo le piste ciclabili e sulla High Line come migliaia di altre persone senza troppi timori. Le piste di ghiaccio per il Natale sono già attive mentre la città inizia a riempirsi di decorazioni».

In una città blindata dal più grande dispiegamento di forze dell'ordine di sempre, i diciotto marosticensi hanno vissuto il sogno di ogni maratoneta insieme agli altri 53 mila iscritti alla competizione. Dalla città scaligera sono partiti, assieme a Vivian, Roberto Menegatto, Stefania Forte, Paola Parise, Simonetta Segato, Simone Dal Santo, Fausto Costenaro, Aldo Tolfo, Massimo Venezian, Daniele Zanini, Giuseppe Padovan, Manuel Girotto, Matteo Golo, Carl Wilhelm Bengelsdorff, Giacomo Bigolin e Agostino Padovan.

Per Luigi Vivian, 43 anni, quella di domenica è stata la prima volta alla maratona newyorkese, un debutto che finirà incorniciato nella bacheca dei successi. Il runner marosticense ha infatti ottenuto un sensazionale 49° posto assoluto. Con un tempo di 2 ore, 31 minuti e 59 secondi, Vivian ha firmato il quinto miglior risultato fra gli italiani in gara, oltre che il suo record personale a sole quattro settimane dalla Venice Marathon, dove ha messo a segno un dodicesimo posto con 2 ore e 36. I lunghi allenamenti e i risultati messi in fila in primavera e in estate, come la Milano Marathon, il nono posto alla 100 km del Passatore e il terzo alla Mezza del Brenta, sono stati la benzina per le gambe del maratoneta marosticense. Lo spirito, invece, ha potuto contare su quella pacca sulla spalla del fratello Matteo poco prima della partenza che lo ha seguito nelle varie fasi. Il pollice alzato di Luigi dopo i primi 12 km e alla sua entrata a Central Park sono stati il segnale che anche questa volta si stava superando. Alle 12.24 Vivian ha raggiunto il traguardo: per la sua prima volta alla New York City Marathon puntava a una posizione nei primi cento e a bissare il record di famiglia ottenuto dal fratello Enrico nel 2010.

Floriana Pigato
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1