Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie clicca qui. Chiudendo questo banner o scorrendo questa pagina acconsenti all'uso dei cookie.
giovedì, 15 novembre 2018

Coppia trovata
impiccata in casa
Omicidio-suicidio

La villetta dove si è consumata ieri, in tarda serata, la tragedia. FOTO CECCON

PIANEZZE. ore 13 È l’ipotesi di un omicidio-suicidio una delle piste più accreditate dai carabinieri dietro il ritrovamento ieri notte della coppia di coniugi - Valter Magrin, 58 anni, e Paola Bos, 56 - a Pianezze, trovati impiccati nel capanno degli attrezzi a fianco di una case di Pianezze, vicino a Marostica. Secondo gli investigatori, l’uomo potrebbe aver ucciso la moglie, simulandone il suicidio, e poi si sarebbe tolto la vita.  

A fare la drammatica scoperta è stato il figlio della coppia e non il nipote, come inizialmente emerso nella tarda serata di ieri. 

 

Molto scosso dal dramma il sindaco di Pianezze, Luca Vendramin, che è anche vicino di casa della coppia (L'INTERVISTA). «È una tragedia difficilmente commentabile - le sue parole -. Tutti ci chiediamo perché? Ma il mio chiedermi perché da vicino è una cosa, mentre il mio chiedermi perché da sindaco è il fallimento delle politiche sociali, di cui c'è sempre più bisogno. Siamo in una società in cui pervade sempre più la solitudine».

 

ore 6 L'ha uccisa e poi si è ammazzato, seguendo un tragico rituale e un terribile accordo. È questa l'ipotesi degli inquirenti per spiegare il doppio dramma scoperto ieri sera a Pianezze, in via Moscardina 20. Una coppia - lui 58 anni, lei 56 - è stata trovata morta all'interno dell'abitazione dove viveva. A fare la terribile scoperta sono stati i parenti, che hanno dato immediatamente l'allarme al 118. All'arrivo del medico del Suem, però, per le due vittime non c'era più nulla da fare. Valter Magrin, originario di Mason, e Paola Bosa, nata a Bassano, erano già morti. Lasciano nel dolore un figlio.

 

La tragedia è stata scoperta poco dopo le 22 da un nipote. Il giovane è rientrato a casa e ha trovato i corpi degli zii, l'uno vicino all'altra. Entrambi sono morti impiccati. Nel corso della notte è giunto a Pianezze anche il medico legale, che ha eseguito un primo esame esterno sui cadaveri: i due sarebbero deceduti per soffocamento, ma è impossibile al momento stabilire l'esatta dinamica del dramma familiare. Al momento non sarebbero stati trovati scritti da parte delle vittime per spiegare il folle gesto.