CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

06.02.2018

Condanne definitive per furti e rapina Scattano tre arresti

Matteo Ghirardello
Matteo Ghirardello

Tre arresti in poche ore effettuati dai carabinieri della Compagni di Bassano, nel corso di potenziati controlli sul territorio, attivati con decine di uomini, anche in borghese, in tutto il Bassanese. Le attività delle varie stazioni, coordinate dal capitano Adriano Fabio Castellari, hanno portato ieri all’identificazione di tre ricercati a vario titolo per reati contro il patrimonio. I carabinieri della Stazione di Rosà hanno arrestato Sandi Floriani, 35 anni, che nel marzo del 2011 si era resa responsabile, di un furto di 5 playstation presso il centro commerciale Emisfero di Fiume Veneto (Pordenone), per il quale era stata condannata a 5 mesi di arresti domiciliari. Sempre nella mattinata di ieri, i militari della stazione di Marostica hanno arrestato Domenico Fontanarosa, 30 anni, originario di Ortona (Chieti), ricercato per una condanna per rapina aggravata avvenuta nel dicembre del 2013, a Manopello (Pescara) in un supermercato. Quattro uomini armati di fucili a canne mozze avevano svuotato le casse e malmenato un dipendente costringendolo ad aprire la cassaforte. Per Fontanarosa, ospite di una comunità a Pianezze, si sono aperte ora le porte del carcere perché è diventata definitiva la condanna che prevede una pena residua di 4 anni e 10 mesi complessivi. Infine, i militari della stazione di Romano hanno rintracciato e arrestato Matteo Ghirardello, bassanese di 26 anni, che fra settembre e ottobre 2012 si era reso responsabile di una serie di furti in abitazioni in costruzione, magazzini comunali e cantieri fra Bassano, Romano e Pove del Grappa. Nei numerosi raid si era appropriato di materiale in rame, caditoie, attrezzi e materiali da costruzione, nonché tombini in ghisa. Ghirardello è stato condotto in carcere a Vicenza, dove dovrà scontare una pena di un anno di reclusione. • F.C.

F.C.
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato in Informazioni sulla Privacy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1