CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

13.09.2017

«A casa i bimbi
non vaccinati»
18 restano fuori

Diversi bambini iscritti all’asilo sono a rischio sospensione. ARCHIVIO
Diversi bambini iscritti all’asilo sono a rischio sospensione. ARCHIVIO

MAROSTICA. Giornata convulsa ieri a Marostica, dove il dirigente dell’istituto comprensivo Dalle Laste, Francesco Frigo, era intenzionato a non ammettere all’asilo quasi 50 bambini che non risultavano in regola con le vaccinazioni. Alla fine il numero è sceso a 18, ma ancora oggi ci sarà la possibilità di correre ai ripari. Con almeno 110 famiglie di studenti di varie età che rivendicano la libera scelta sull’obbligo vaccinale, la città scaligera si conferma capitale dei “no vax”.

 

Alle 10 di ieri  gli uffici dell’istituto hanno fatto il punto sulle iscrizioni che ancora non risultavano a norma rispetto alle regole dettate dalla nuova legge, che impone l’obbligo di vaccinazione quale requisito fondamentale per l’iscrizione alle scuole d’infanzia. Il risultato è stato allarmante: 50 famiglie non avevano presentato alcuna documentazione. Rispetto alla legge, quindi, 50 bimbi sui  150 iscritti oggi non sarebbero potuti essere ammessi agli asili delle frazione di Pianezze e Ponte Campana. «Non intendo fare alcun passo indietro rispetto a quanto dichiarato nei giorni scorsi - ha commentato Frigo -: da pubblico ufficiale il mio compito è quello di far rispettare la legge, ma è anche vero che al diritto di istruzione anche per i bimbi di età inferiore ai 5 anni andava concessa un’ultima, straordinaria possibilità».

 

I numeri però non sono ancora definitivi, perché la dirigenza scolastica questa mattina farà un ulteriore passo per andare incontro alle famiglie “ritardatarie”. «Se qualcuno, anche alle 8, si presenterà con la documentazione in regola, accetteremo il bimbo - specifica il dirigente scolastico -. Faremo di tutto per non lasciare fuori nessuno, ma temo che in molti casi sarà così». 

Correlati

Articoli da leggere

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1