CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

14.10.2017

Rifiuti, via alla differenziata

Raccolta del secco tramite bidone dotato di microchip in un Comune del Bassanese
Raccolta del secco tramite bidone dotato di microchip in un Comune del Bassanese

A Cassola prende avvio la nuova raccolta differenziata. Lunedì scatterà il porta a porta per ogni tipologia di rifiuto: dalla carta e cartone al vetro, dalla plastica ai metalli. Per secco, vetro e carta e cartone sono previsti dei contenitori nuovi di zecca, che saranno dotati di un microchip abbinato all’utenza. In particolare, per il secco questo sistema permetterà l’applicazione di una tariffa commisurata alla produzione di rifiuti, registrando il numero di svuotamenti. Nella tariffa base è compreso un determinato numero di svuotamenti annui, rapportato al numero dei componenti del nucleo familiare. Ogni svuotamento aggiuntivo costerà 3 euro. Per carta e cartone e vetro, invece, il microchip servirà solo ad abbinare il bidone all’utenza e per fini statistici.

«Fino a dicembre di quest’anno - spiega l’assessore al bilancio di Cassola Elsa Antonia Simonetto - il sistema sarà sperimentale e non saranno quindi calcolati sovrapprezzi per gli svuotamenti del secco eccedenti il limite stabilito. Il calcolo della tariffa basata sugli svuotamenti partirà dal primo gennaio 2018».

La novità rappresenta un primo passo nell’applicazione del principio “chi più inquina più paga”, che Etra sta sviluppando da alcuni anni. Al momento, però, non sono ancora previste diminuzioni in tariffa per i cittadini più virtuosi. È questo, tuttavia, l’obiettivo finale del qual più volte si è parlato. Se la novità più rilevante riguarda dunque il rifiuto secco, alcune modifiche arrivano anche per l’umido: per il suo conferimento verrà consegnato un bidoncino da 25 litri. Solo per plastica e metalli è prevista l’esposizione attraverso sacchi trasparenti di plastica. I giorni di raccolta per ogni tipologia di rifiuto sono indicati nel calendario consegnato insieme ai nuovi contenitori. Il nuovo sistema è sostenuto con forza dal sindaco di Cassola Aldo Maroso. «Si tratta di un cambiamento importante - sottolinea il primo cittadino - e, come tale, all’inizio potrebbe comportare qualche disagio, ma contribuirà senz’altro alla crescita del senso civico dell’intera comunità». Uno dopo l’altro, insomma, i Comuni serviti da Etra si stanno adeguando al nuovo sistema.

Enrico Saretta
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1