CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

31.10.2017

Alpini e gruppi
Festa e fondi
al piccolo
Davide

Un momento della festa di Alpini, Aido, Rds e Combattenti e Reduci
Un momento della festa di Alpini, Aido, Rds e Combattenti e Reduci

Gli alpini di San Lazzaro hanno celebrato i 50 anni del gruppo con manifestazioni che si sono snodate in tre giorni e concluse con la sfilata lungo le vie principali della frazione. Alla festa hanno presenziato i vertici della sezione Ana bassanese con in testa il presidente Giuseppe Rugolo. Hanno sfilato anche rappresentanti di altri gruppi di alpini. Dopo l'ammassamento in via San Rocco, gli alpini preceduti dai colleghi dalla fanfara Monte Grappa, hanno sfilato lungo le vie tappezzate di tricolori, esposte anche sui balconi e sui terrazzi dai residenti. Una prima sosta c'è stata di fronte al cippo che ricorda la battaglia di Nikolajewka per la deposizione di un omaggio floreale e infine al monumento dei caduti dov'è stata deposta una corona d'alloro. E' seguita la messa celebrata da don Matteo Casarotto nella chiesa parrocchiale. Con gli alpini hanno collaborato e marciato i gruppi della stessa San Lazzaro dell'Aido, presieduto da Ines Bombieri, dei donatori di sangue con il presidente Camillo Benetti e dei combattenti e reduci con il responsabile Virgilio Alberti.

«Queste tre associazione e gli alpini - ha detto Vittorio Bertozzo - presidente delle penne nere di San Lazzaro formano un'unica famiglia. Ci troviamo anche ogni ultimo giovedì del mese e quando un gruppo organizza un avvenimento collaboriamo tutti. Siamo inseriti nella comunità, per la quale operiamo in diverse forme». Nel giorno della sfilata sono stati raccolti fondi che saranno versati alla sezione Ana, la quale a sua volta li girerà per aiutare Davide, il bambino di Cassola affetto da una malattia rara. Nei quattro gruppi sono iscritte complessivamente circa 200 persone. L.Z.

Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1