CHIUDI
CHIUDI
Seguici
Sezioni
Servizi
Cerca

12.10.2017

«Voglio una scuola
di montagna
più competitiva»

L’istituto Mario Rigoni Stern: la nuova dirigente arriva da Mussolente[CROSSHEAD]La preside Laura Biancato
L’istituto Mario Rigoni Stern: la nuova dirigente arriva da Mussolente[CROSSHEAD]La preside Laura Biancato

Cambio della guardia all'Istituto d'istruzione superiore di Asiago. Con il pensionamento del dirigente scolastico Mario Porto a guidare ora il plesso scolastico altopianese è arrivata la professoressa Laura Biancato di Mussolente.

Dopo vent'anni all'istituto comprensivo di Mussolente e uno all'istituto Parolini di Bassano, e tra i due incarichi un'esperienza all'ufficio innovazione tecnologica del ministero dell'Istruzione, la dirigente scolastica ha scelto l'istituto “Mario Rigoni Stern” per proseguire il suo cammino lavorativo.

«È stata una scelta mirata – spiega Biancato – perché è un plesso credo unico del suo genere con molti indirizzi, da tre licei e un istituto tecnico economico ad un Ipsia e un alberghiero. Una varietà che comporta chiaramente anche molte criticità – prosegue – Con ben nove indirizzi per un territorio poco popolato il rischio che alcune classi non partano è alto. È successo quest'anno con il primo anno del liceo scientifico tradizionale ma fortunatamente ci sono anche soluzioni».

Tra i valori aggiunti dell'istituto asiaghese c'è infatti il convitto statale che permette a molti studenti della pedemontana di frequentare l'alberghiero così come il liceo sportivo colmando qualche vuoto lasciato da studenti altopianesi che scelgono di andare a scuola in pianura.

«Dobbiamo lavorare su due fronti – illustra Biancato – Il primo è quello di contrastare l'emigrazione scolastica verso la pianura con un'offerta didattica di qualità magari diversificata utilizzando quanto ci è concesso dall'autonomia scolastica. La scelta di fare i pendolari scolastici riduce la qualità di vita dei ragazzi costretti ad orari difficili. Se riusciamo a fornire loro una scuola che, attraverso laboratori e approfondimenti, fornisca loro quanto cercano in pianura abbiamo già guadagnato. Ed in questo ho trovato subito grande disponibilità e energia da parte di studenti e personale docente e non». «La qualità scolastica è anche la chiave per affrontare la seconda sfida – continua Biancato – Ovvero richiamare studenti dalla pedemontana. Il convitto in questo gioca un ruolo fondamentale tanto che dal prossimo anno avremmo altri posti letto portando la capacità ricettiva a 65 studenti».Nei piani della dirigente scolastica c'è anche la volontà di rafforzare tutti gli indirizzi presenti anche con l'implementazione delle strutture. All'Ipsia è in programma il potenziamento delle attrezzature, dalla videoproiezione in tutte le classi alla modernizzazione dell'officina meccanica con l'inserimento dell'informatica e della robotica. Alla sezione agraria è in progetto una serra calda mentre negli altri istituti l'idea è quella di aumentare gli spazi per laboratori. «Un sogno per ora è quello di realizzare una foresteria per i docenti – conclude Biancato – In questo modo possiamo ridurre al minimo i disagi dati da un turnover di insegnanti, oggi contiamo su un percentuale di precari del 30 percento che può ridurre quella qualità continuata cui aspiriamo. Anche quest'anno c'è stato un rallentamento delle nomine dei supplenti per un problema del sistema generale di nomina dove le graduatorie non erano state confermate. Con docenti fissi e felici di lavorare in un istituto complesso ma appagante perché singolare tutto quello che con il corpo docenti ci siamo prefissati sono convinta che riusciremmo a realizzare».

Gerardo Rigoni
Commenta

Partecipa. Inviaci i tuoi commenti

Attenzione: L'intervento non verrà pubblicato fino a quando il moderatore non lo avrà letto ed approvato. I commenti ritenuti inadatti o offensivi non saranno pubblicati.

Informativa privacy: L’invio di un commento richiede l’utilizzo di un “cookie di dominio” secondo quanto indicato nella Privacy Policy del sito; l’invio del commento costituisce pertanto consenso informato allo scarico del cookie sul terminale utilizzato.

pagine 1 di 1